Inaugurata alla Fondazione Dino Zoli la mostra "Elena Hamerski. Duplex Natura"

Oltre al dittico "Duplex Natura - Cornus sanguinea", il percorso espositivo comprende il libro d’artista "Piante medicinali e velenose della flora italiana" e sei grandi opere facenti parte del progetto "Foresta nera"

E' stata inaugurata giovedì scorso alla Fondazione Dino Zoli di Forlì (Viale Bologna, 288), la mostra "Elena Hamerski. Duplex Natura", nata dalla prima residenza d’artista promossa dalla Dino Zoli Textile come Premio Speciale ad Arteam Cup 2018. Dopo i discorsi inaugurali di Nadia Stefanel (curatrice), Monica Zoli (socia della Dino Zoli Textile) ed Elena Hamerski (artista), i visitatori hanno potuto visionare l’opera "Duplex Natura - Cornus sanguinea", stampa floreale da disegno e ricamo su ciniglia 100% poliestere Dino Zoli Textile, realizzata dall’artista nel corso della residenza tenutasi da febbraio ad aprile 2019 nella sede aziendale.

Oltre al dittico "Duplex Natura - Cornus sanguinea", il percorso espositivo comprende il libro d’artista "Piante medicinali e velenose della flora italiana" e sei grandi opere facenti parte del progetto "Foresta nera", tutte realizzate con olio di lino, pastelli acquerellabili e carbone su carta. Sono inoltre presentati due lavori inediti che, stringendo ulteriormente il legame con il tessile, fanno uso di cartamodelli. Opere che, pur legandosi alla precedente produzione, costituiscono la genesi di un nuovo percorso, ancora incentrato sull’idea di doppio, ma evocando simbolicamente l’idea del corpo attraverso il gesto fisico della lotta e dell’abbraccio.

"Duplex Natura - Cornus sanguinea" è un doppio nel doppio. La natura disegnata dall’artista ha un significato ambivalente che le è intrinseco, in quanto rappresenta una pianta medicinale e velenosa della flora italiana, che può essere curativa o letale in base alla quantità somministrata. La proceduta di trasferimento del disegno sul tessuto, tramite la stampa e il successivo ricamo, hanno, inoltre, creato un doppio disegno della stessa pianta. Un doppio, quindi, nel contenuto, nel disegno (nella tecnica) e infine nella forma.

Nel corso della mostra, giovedì 26 settembre 2019, alle ore 18.30, si terrà una conversazione dedicata alla duplicità della natura e alla "Cornus Sanguinea", utilizzata in diversi preparati. Oltre all’artista, sarà presente Lucilla Satanassi di Remedia (www.remediaerbe.it), azienda di Quarto di Sarsina che dal 1992 realizza preparati erboristici e cosmetici al servizio della natura. A chiusura dell’evento un aperitivo "green". La personale è visitabile fino al 28 settembre, da martedì a giovedì dalle 9.30 alle 12.30, da venerdì a domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30, chiuso lunedì e festivi. Ingresso libero. Per informazioni: tel. +39 0543 755770, info@fondazionedinozoli.com, www.fondazionedinozoli.com.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento