"La Natura è Protagonista", mostra al Centro Sociale "Primavera" dedicata al naturalista Pietro Zangheri

Il Centro Sociale “Primavera” è una struttura, gestita dai volontari dell'Associazione Anziani Primavera Aps, attiva e dinamica su i diversi fronti sociali

E' stata inaugurata alla presenza del vicesindaco Daniele Mezzacapo la mostra "La Natura è Protagonista", organizzata dal Centro Sociale “Primavera” e dalla scuola “Pietro Zangheri”, in collaborazione col Quartiere Ca'Ossi, visitabile ad ingresso libero fino a domenica, dalle 15 alle 18, al Centro Sociale “Primavera”, di via M. Angeloni, 56 (Ca’Ossi). Sono esposti in particolare disegni botanici e materiali naturalistici realizzati da artisti locali e dagli stessi studenti della scuola.

Nell’intervento di saluto ai giovani il vicesindaco Mezzacapo ha sottolineato "il grande valore e importanza dello studio, base necessaria per una degna maturazione personale di ogni studente e patrimonio di conoscenze, arricchite anche da esperienze culturali come questa mostra sulla natura, prodotto di una collaborazione intergenerazionale di forte valore sociale. Nel Centro sociale si sono incontrati il “futuro” costituito dai giovani ragazzi e “La memoria del passato” costituito dagli anziani: insieme, nel presente, sono assi portanti fondamentali della società. Senza alcun dubbio, una concreta proposta intergenerazionale in grado di mostrare come l'arte possa avvicinare i dislivelli generazionali". 
    
Nell'intervento delle classi di studenti e loro insegnanti hanno lungamente coinvolto il vicesindaco nelle spiegazioni dei lavori da loro realizzati ed esposti in magnifici tabelloni. L’euforia dei giovani e la festosa accoglienza da parte del personale volontario del Centro Sociale "Primavera", hanno caratterizzato l’incontro, risultato interessante sia dal punto di vista della qualità dei lavori esposti sia dal clima estremamente socievole e relazionale di ragazzi, adulti e autorità. Quest’anno ricorrono i 130 anni dalla nascita del grande naturalista forlivese Pietro Zangheri (1889-1983), che ha dedicato tutta la sua vita alla scoperta, allo studio e alla valorizzazione della natura del territorio forlivese. A Ca’Ossi la Scuola secondaria di primo grado di via Ribolle è proprio intitolata a Pietro Zangheri e si è voluto cogliere l’occasione di questa commemorazione per rendere omaggio allo studioso Romagnolo e Naturalista.

Ca’Ossi è uno dei quartieri più ricchi di “verde”, prati, alberi, cespugli sono diffusi in ogni angolo vicino agli abitati e nei parchi pubblici adiacenti. L’ambiente della propria terra, nato dalla storia della natura e degli uomini, non ha la sua unicità più preziosa soltanto nelle opere migliori degli uomini ma soprattutto nella varietà e complessità della natura. Questa proposta rientra nei progetti di collaborazione intergenerazionale per rinsaldare i rapporti e gli scambi fra i giovani e gli anziani del nostro territorio con l’obiettivo di creare legami e relazioni significative  e favorire la valorizzazione  della tradizione, esperienza e radici della nostra comunità.

Il Centro Sociale “Primavera” è una struttura, gestita dai volontari dell'Associazione Anziani Primavera Aps, attiva e dinamica su i diversi fronti sociali, cultura inclusa, e i molti eventi che promuove e realizza sono in grado di riscuotere successo e attenzione da parte dei soci e cittadini forlivesi. La nostra amministrazione locale può constatarne l'efficacia e la funzionalità rivolta alle persone di una certa età, e non solo, grazie alle iniziative socio-culturali, in grado di mostrare come la terza età va ben oltre ai soliti giochi di carte, tombole e mangiate. Per ulteriori informazioni Centro Sociale “Primavera” Tel. 0543-63169, e-mail caossiprimavera@gmail.com. Per visite guidate contattare cell. 3488851484.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

Torna su
ForlìToday è in caricamento