Oltre 120 studenti di Rimini e Forlì-Cesena con le loro mini imprese alla fiera regionale del progetto "Impresa in Azione"

Il 28 maggio 2019 oltre 120 studenti delle province di Rimini e Forlì-Cesena parteciperanno a Bologna, con le loro mini imprese, alla fiera regionale del progetto Impresa in Azione

Sono oltre 120 gli studenti di Licei, Istituti tecnici e professionali delle province di Rimini e Forlì-Cesena che il prossimo martedì 28 maggio parteciperanno alla competizione regionale del progetto Impresa in Azione che si svolgerà nella prestigiosa location di FICO.

Gli studenti appartengono alle classi:

- III G, III J e III H dell’Istituto tecnico tecnologico Belluzzi – Da Vinci di Rimini, indirizzi informatica e telecomunicazioni;

- IV D dell’ISISS Einaudi-Molari di Rimini, indirizzi commerciale e grafico;

- III A del Liceo statale Vincenzo Monti di Cesena, indirizzo economico sociale.

Altre 2 classi di Rimini e Forlì hanno preso parte al progetto nelle loro rispettive sedi.

Impresa in azione è il programma di educazione all’imprenditorialità di Junior Achievement Italia, che quest’anno celebra anche 100 anni di lavoro dell’associazione nelle classi di tutto il mondo, realizzato in diverse province della regione grazie al sostegno sul territorio delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna tra le quali anche la Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini.

Leitmotiv dell’edizione di quest’anno è “Bridging the Gap”; Impresa in Azione è, infatti, un ponte non solo per superare il divario tra scuola e mondo del lavoro, connettendo gli studenti con la realtà aziendale, ma una via che, superando i confini geografici, etnici, culturali, caratteriali, unisce gli studenti tra loro nella collaborazione e nel confronto all’interno dei team, sviluppando nel contempo le competenze che il mondo del lavoro richiede sempre di più di mettere in campo.

Un ponte anche verso la finale nazionale BIZ Factory - Bridging the Gap, che il 3 e 4 giugno 2019 a Milano metterà a confronto le migliori mini-imprese di tutta Italia e alla quale parteciperanno le migliori due imprese della competizione regionale dell’Emilia-Romagna. La vincitrice della finale nazionale avrà l’onore di rappresentare l’Italia nella JA Europe Company of the YearCompetition, dal 3 al 5 luglio a Lille in Francia, in una stimolante esperienza internazionale.

Sono state ben 43 le classi di scuole dell’Emilia-Romagna che hanno partecipato quest’anno al programma, per un totale di oltre 800 ragazze e ragazzi che, guidati dai propri insegnanti coordinatori e da Dream Coach - manager d’azienda volontari, hanno sviluppato nel corso dell’anno scolastico il proprio progetto imprenditoriale: lavorando in team hanno ideato, strutturato e dato vita a una vera e propria mini-impresa e ne hanno creato il relativo prodotto o servizio.

A Bologna tutte le mini imprese allestiranno uno stand personalizzato e presenteranno il loro lavoro a una giuria qualificata che decreterà i due team vincitori regionali.

La fiera è aperta al pubblico per cui chiunque potrà visitare gli stand, vedere e comprare i prodotti che i ragazzi hanno realizzato con le loro mini imprese.

Junior Achievement, la più vasta associazione non profit dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola, attraverso progetti come Impresa in azione aiuta i giovani a sviluppare quel mix di abilità trasversali quali spirito d’iniziativa, assunzione di responsabilità, teamworking, perseveranza, creatività, negoziazione, fiducia in se stessi che, uniti a competenze di tipo economico-finanziario, costituiscono una competenza “imprenditoriale”. Attiva in Italia dal 2002, nel 2019 Junior Achievement è stata inserita da NGO Advisor al settimo posto nella classifica mondiale Top500NGO.

Impresa in azione è il più diffuso programma di educazione imprenditoriale per tutte le tipologie di scuola superiore, riconosciuto dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) come “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO)”. In 16 anni ha coinvolto oltre 100 mila studenti italiani, 400 mila all’anno in tutta Europa e, in Italia, ha generato oltre 650 mini-imprese di studenti, ognuna delle quali ha realizzato un prodotto o un servizio con un buon potenziale di mercato.

Riconosciuto dalla Commissione Europea come “la più efficace strategia di lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani”, nell’anno scolastico 2018/2019 ha visto la partecipazione di oltre 14.000 studenti, con l’aiuto di oltre 500 volontari aziendali.

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Niente aria condizionata in casa? Ecco 5 consigli per non sentirne troppo la mancanza

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Liceo Scientifico, una vacanza oltre l'8 per 370 studenti: l'elenco dei bravissimi

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Incidente nel pomeriggio sul tratto forlivese dell'A14: lunghi incolonnamenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento