"Ti regalo una storia": a Forlimpopoli si prepara un dono speciale in vista del Natale

I partecipanti potranno cimentarsi nella creazione di un dono davvero speciale da preparare lentamente in vista del Natale

 Lunedì si aprono le iscrizioni per "Ti regalo una storia", laboratorio di scrittura creativa, organizzato dalla Biblioteca Comunale “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli. Il laboratorio è dedicato a chi ha voglia di esprimere qualcosa di sé in forma di parole. Con la conduzione e la guida di Cristiano Cavina, poliedrico autore romagnolo, i partecipanti potranno cimentarsi nella creazione di un dono davvero speciale da preparare lentamente in vista del Natale: una storia, biografica o immaginaria, nata dal proprio personalissimo e unico mondo interiore. Il corso sarà condotto da Cristiano Cavina e sarà articolato su sei incontri della durata di due ore circa. Si svolgerà ogni lunedì, dal 29 ottobre al 3 dicembre, dalle 18 alle 20. E’ destinato a partecipanti di età compresa fra i 18 e i 101 anni. L’adesione è libera, ma i posti sono limitati; pertanto è richiesta l’iscrizione, da effettuare a partire da lunedì 1 ottobre telefonando al numero 0543/749271, secondo i seguenti orari di apertura: lunedì, mercoledì, e venerdì 14,00-19,00; martedì, giovedì, sabato 8,30-12,30.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento