Aziende » Servizi » Agenzia commerciale »

Allevamento Casata degli Indios

  • di Gioacchino Posata
  • azienda Cani da Guardia e di compagnia

Contatti

Mappa
Via Sisa · · Forlì · 47100 Carpinello-Bagnolo

CHI SIAMO

Dogo Argentino con grande passione e serietà.

Amando profondamente questa razza, i Dogo da noi allevati sono severamente selezionati per mantenere soggetti tipici e di grande carattere.

Abbiamo contribuito all'incremento e allo sviluppo di questa razza in Italia, facendola conoscere tramite articoli su molte riviste specializzate, ma soprattutto lavorando qualitativamente.

La nostra passione è stata ampiamente ricompensata anche da alcuni grandi allevatori argentini ed europei, con i quali siamo in continuo contatto per seguire ogni evoluzione della razza e per scambiarci opinioni.

Alcuni nostri soggetti, infatti, sono apparsi su alcuni testi argentini, presi come esempio di tipicità.

I nostri cuccioli sono affidati esclusivamente a persone che sappiano apprezzare a fondo le caratteristiche di questa razza, instaurandoci rapporti di amicizia e di supporto.

Il Dogo Argentino nasce da un'attenta selezione del Dott. Antonio Nores Martinez. Sono cani con un grande temperamento e un'elevata capacità di risposta agli stimoli, ma non è un cane adatto a tutti. Svolge senza problemi il compito di guardiano e tende ad avere un rispetto totale per i bambini.. l'amore verso il suo padrone e gli elementi della famiglia lo rendono un ottimo cane da famiglia!

Grazie, invece, alla sua diffidenza verso gli estranei riesce a compiere il suo compito di guardiano. Senza abbaiare, riesca a far tremare con un solo sguardo chi si avvicina con sospetto.

EDUCAZIONE

E' necessario sin da subito usare coerenza e fermezza (i primi 9 mesi di vita sono fondamentali). Tenendo sempre presente che il cane non è un bambino e non dovremo viziarlo (concedergli un qualcosa ogni volta che viene richiesto). Premiare un comportamento desiderato e punire quello sbagliato e viceversa. Importantissimo sarà dargli delle regole in casa e quindi in famiglia, quindi, saranno decisamente off limits , DIVANO, LETTO e quando si mangia sarebbe preferibile che il nostro amico, non sia sotto i nostri piedi ad elemosinare del cibo, anche per una forma di rispetto per una razza così fiera. Ancora, sarà divieto assoluto dare modo al nostro dogo di saltarci a dosso ogni volta che ne avrà voglia, anche se le sue intenzioni sono semplicemente quelle di giocare, questo perchè nella lettura comportamentale, il fatto che il cane si metta su due zampe o tenti di montare, sono lette come forme di sottomissione. Ricordiamo che noi siamo i loro capo branco e che un capo branco cose di questo genere, non le tollera. Usare la punizione fisica solo se strettamente necessario, per interrompere un azione che potrebbe essere pericolosa per la salute del cane o degli altri. Lo scontro fisico infatti potrebbe far perdere nei vostri confronti la fiducia necessaria per poter vivere il proprio cane nella maniera più serena. Il Dogo infatti è un cane molto sensibile.

IN CASA O FUORI?

Non bisogna dimenticare che questo è un cane di una certa taglia e da adulto, seppure è adattabile anche in un appartamento, ha delle sue proprie esigenze di spazio e di movimento. Non può essere rilegato in pochi metri quadrati di abitazione, soprattutto se il proprietario non ha a disposizione il tempo necessario da destinare al movimento che gli necessità sia per sfogare le sue energie e la voglia di gioco, sia per aiutarlo nella corretta costruzione muscolare.

DOGO MASCHIO O FEMMINA?

L'età ideale per acquistare un cucciolo va dalle 8 alle 12 settimane di vita, lo si potrà prendere più piccolo o più grande ma aumenterà l'impegno del suo allevamento nel primo caso, e ci sarà maggiore preoccupazione di trovare un soggetto che abbia avuto un buon rapporto con il mondo esterno nel secondo. Altra considerazione da fare prima dell'acquisto è decidere se scegliere come futuro amico un maschio o una femmina. Il problema dipende esclusivamente da una valutazione personale. Le femmine sono più affettuose dei maschi e generalmente si consigliano dove ci sono bambini e cani. E' da considerare che una volta raggiunta l'età adulta, il Dogo Argentino non andrà daccordo con cani dello stesso sesso. Alcuni casi ci sono tra femmine ma è veramente difficile specialmente se entrambi i cani appartengo a una razza dominante.

Con l'arrivo del nostro dogo in casa inizierà la nostra bella avventura ... Non dimentichiamo che oggi il nostro tenero cucciolino diventerà, se si seguono delle regole ben precise, un amico affidabile dalle forme splendide. Una cosa importante e far si che il nostro cucciolo faccia il più possibile esperienze positive, quindi sarà cosa buona e giusta tenerlo il più possibile fin da piccolo, a contatto con persone, soprattutto bambini, portarlo a fare passegiate in posti frequentati da persone, magari proprietari di altri cani, in modo che il nostro cucciolo socializzi anche con altri animali. Questo ci servirà per far si che il nostro dogo si abitui al contatto di altre persone e che aumenti la sua tolleranza verso altri simili.

MOVIMENTO E ALIMENTAZIONE

Per garantire una buona forma fisica al nostro dogo, non dimentichiamo che non dovremo mai appesantirlo eccessivamente, questo per evitare che abbia dei cedimenti a livello scheletrico e quindi posturale. Sarà buona abitudine farlo giocare fin quando ne avra voglia senza mai forzarlo e portarlo a fare passeggiate che diventeranno di volta in volta sempre più lunghe. Questo tipo di lavoro ci aiuterà a far crescere il rapporto con il nostro cucciolo e contestualmente consentirà al cucciolo di aumentare gradualmente le sue doti fisiche.

Raggiunto l'anno di vita si potrà iniziare a far correre il nostro dogo, portandolo al fianco di una bici a scalare montagne a farlo nuotare o semplicemente portarlo a fare lunghe passeggiate dovunque se ne avrà voglia, sapendo che il nostro dogo potrà tutto su qualsiasi campo. Prima di sottoporre il nostro amico a qualsiasi tipo di sforzo, portiamolo dal nostro veterinario di fiducia a fargli fare un controllo al cuore e se possibile per un ulteriore sicurezza, far controllare lo stato della displasia dell' anca, per essere sicuri che il cane non abbia mai problemi.
Per quanto riguarda l' alimentazione non vorremmo infierire nelle principali discussioni su "cibo crudo", "cibo già pronto", "cibo cotto", è importante solo che il cane possa assumere con il pasto, che deve consistere principalmente di carne, tutte le principali sostanze nutritive come minerali e vitamine. Una corretta alimentazione e un' adeguata quantità di movimento sono estremamente importanti per il Dogo che, da tipico molosso, ha una crescita rapida fino a 10-12 mesi, per poi proseguire con una fase più lenta che si concluderà intorno ai 3 anni di età. Non necessariamente perchè bianco deve mangiare mangime a base di pesce. L'alimentazione è da cambiare solo dal momento in cui appare il più problema, uno dei più ricorrenti è la dermatite che non sempre è data da problemi alimentari.

TOELETTATURA

Il Dogo essendo un cane a pelo corto non necessita di eccessiva attenzione per il mantenimento del mantello. E' sconsigliabile ricorrere a bagni frequenti è sufficiente spazzolare il pelo due volte la settimana per evitare il problema di peli morti sulla tappezzeria o sui tappeti. Qualche attenzione va rivolta alla pulizia delle orecchie, che può essere fatta con ovatta imbevuta di apposita soluzione a base acquosa una volta la settimana, questo per evitare fastidiose otiti.

CONSIGLI SULL'ACQUISTO DI UN DOGO

Per chi non se ne intende e volesse acquistare un buon dogo la soluzione migliore è senza dubbio scegliere un buon allevamento diretto da gente appassionata e competente affinché possa darvi dei buoni consigli in funzione delle proprie necessità, a seconda che si voglia un cane per sola compagnia o per esposizioni cinofile.

Vi consigliamo di rivolgervi ad allevamenti che effettuano sui propri soggetti tests per escludere patologie genetiche : le principali, in questa razza, sono sordità e problemi cardiaci diagnosticabili con B.A.E.R test ( la prima ) e EcoDoppler Cardiaco ( la seconda ) .

Quindi attenzione, prima di acquistare un cucciolo, per evitare future sorprese, accertatevi che i genitori abbiamo effetuato questi Tests.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento