Punti neri, bye bye: ecco i rimedi per un inestetismo diffuso

Scopriamo cosa sono i punti neri, cosa ne causa l'insorgenza anche dopo l'adolescenza e come combatterli per avere una pelle limpida e sana

Non solo esclusivo appannaggio dell’età adolescenziale, in realtà i punti neri dipendono dalla tipologia di pelle, dai livelli ormonali e dall'esposizione al sole. Si tratta di accumuli di sebo e cheratina all'interno dei bulbi piliferi e che nascono principalmente, ma non solo, nella zona T del viso - naso, fronte e mento. Questi inestetismi cutanei, noti anche come comedoni, hanno un colore scuro tendente al nero, causato dall'ossidazione del sebo a contatto con l'aria. 
Scopriamo nel dettaglio cosa sono, perché compaiono e, soprattutto, come possiamo farli scomparire!

Perché si formano i punti neri?

La comparsa dei punti neri è strettamente connessa con la tipologia di pelle; quindi, se in età adolescenziale la loro formazione dipende prevalentemente dagli sbalzi ormonali, in età adulta avere i punti neri è indice di una pelle grassa e impura.

Ovviamente, tra le cause di questo inestetismo cutaneo vi sono anche altri fattori:

  • smog;
  • uso di prodotti skincare troppo ricchi e grassi;
  • esposizione al sole senza la giusta protezione;
  • non struccarsi prima di andare a dormire;

In generale, la presenza di punti neri non è indice di scarsa pulizia, e la soluzione non risiede nell'uso di prodotti detergenti aggressivi.

Rimedi naturali per pelli secche e disidratate

Abbronzatura perfetta con 5 piccoli accorgimenti

Punti neri: come eliminarli?

Per eliminare i punti neri è necessario prendersi cura della propria pelle utilizzando prodotti specifici per il proprio tipo di epidermide.
Un altro aspetto da non sottovalutare è la rimozione del make up, da eseguire ogni sera e in modo rigoroso, usando ad esempio detergenti biologici a base di acido salicilico, efficace anche contro le macchie della pelle, oppure l'acqua micellare dal potere astringente.

Ecco i rimedi più efficaci per eliminare i punti neri:

1. Scrub esfoliante e purificante: da effettuare una volta a settimana, lo scrub esfoliante e purificante ti aiuterà a rimuovere gli eccessi di sebo e, di conseguenza, i punti neri. Le zone dove insistere maggiormente sono la fronte, il mento e gli angoli del naso, ma sempre con delicatezza.

2. Maschere all'argilla: oltre allo scrub, un buon rimedio contro i punti neri sono le maschere a base di argilla. Si tratta di prodotti molto efficaci, che svolgono un'azione purificante e antisettica.

3. Cerotti: tra i rimedi casalinghi, oltre allo scrub e alle maschere, potete utilizzare i cerotti specifici per punti neri. Questi vanno applicati sulle zone più critiche e lasciati agire per circa 15/20 minuti. 

4. Pulizia del viso: almeno una volta ogni due mesi è consigliabile effettuare un'accurata pulizia del viso e un peeling presso centri estetici professionali. Ecco alcuni centri estetici di Forlì a cui puoi rivolgerti:

Un ultimo consiglio

Nessuno ti dirà mai che schiacciare i punti neri con le dita sia una buona idea (e anche gli estrattori, se utilizzati senza sapere come applicare la giusta pressione, possono lasciare segni e danneggiare la pelle). Se però decidessi di farlo comunque, indossa guanti monouso e disinfetta la pelle prima e dopo, per evitare le infezioni.

Scopri i migliori detergenti viso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento