Mangiar bene s'impara!

Mangiar bene s'impara!

Cereali a colazione: ecco quali scegliere

Vi sembrera’ assurdo, ma meno ingredienti ci sono in un prodotto finito meglio è

"Basta, da oggi non faccio più colazione al bar!".  Sugli scaffali dei supermercati l’offerta dei cereali da colazione è vastissima. Spesso però, inconsapevolmente, i cereali venduti sono pieni di zucchero e di dolcificanti, facendo praticamente lo stesso “danno” del classico cornetto del bar.  Ci tengo a dire che nessun alimento va demonizzato e che ogni tanto anche il cornetto va bene e fa bene al nostro cervello.Ecco alcune regole per imparare a sceglierli.

I migliori sono quelli con ingredienti genuini

Vi sembrera’ assurdo, ma meno ingredienti ci sono in un prodotto finito meglio è. Per prima cosa sappiate che gli ingredienti sono riportati sull’etichetta in ordine decrescente ."Lo zucchero e i vari sciroppi di glucosio o fruttosio (dovrebbero figurare in fondo alla lista, come il sale)". Quindi, nei cereali, l’unico prodotto lavorato dovrebbe essere lo stesso cereale (avena, orzo, frumento, riso, mais e farro). Ottimo anche il mueslei, ma attenzione alla frutta disidrata che, essendo zuccherina, andrà ad aumentare rapidamente la vostra glicemia portando prima la fame (meglio preferire quelli con frutta secca, cioccolato fondente o proteici) .

La lavorazione dei cereali

I migliori sono i fiocchi. Si, questa è la tecnica che meglio conseerva i valori nutrizionali del chicco, in quanto le temperature sono più contenute rispetto a chicci soffiati e petali/palline , crusca, muesli.. ecco che i fiocchi di avena , di riso integrale, di orzo risultano essere la scelta ottimale per la colazione. 

I grassi, inferiori a 20-100 grammi

I grassi saturi inferiori a un grammo per porzione e assenza di grassi idrogenati che vengono usati per addensare i cereali composti da farine. Più sono in alto nella lista degli ingredienti e peggiore sarà il prodotto.

Le aggiunte

Molti cereali sono arricchiti di vitamine, minerali, fibre. La loro presenza non deve condizionare le tue scelte. Sono sostanze preziose, ma contenute in quantità insufficienti a coprire il fabbisogno giornaliero.  Il mio consiglio è quello di assumere tali sostanze da alimenti “veri” come frutta e yogurt.

La ricetta

Ecco quindi una ricetta che vi salvera’ la colazione, vi appaga e sazia: il porridge. 50 grammi di fiocchi di avena (vi consiglio quelli “baby” cioè gia sminuzzati che cosi assorbono piu’ liquido e rendono maggiormente; nel caso potete frullarli prima di cuocerli); 200 grammi di latte vegetale (mandorla, nocciole e soia); cannella (a piacimento). Topping: 100 grammi di yogurt greco, 5 mandorle o due cubetti di cioccolato fondente 90% e 100 grammi di frutti di bosco.  In una casseruola cuocere i fiocchi assieme al latte fino a consistenza cremosa (circa 3 minuti). Versare in una ciotola e completare a vostro piacimento. Spero che da oggi in poi possiate aver le giuste competenze per affrontare la giornata col piede giusto partendo dalla colazione.
 

Mangiar bene s'impara!

Sono Claudia, amo la cucina, il fitness, l'alimentazione e seguo uno stile di vita sano e attivo. La mia giornata si articola fra un bilanciere, un circuito hit , i fornelli e una ciotola di avena. Mi piace informarmi, studiare e curiosare fra libri, video e blog di nutrizione. Le diete? Quelle famose provate tutte! Per giungere a quale conclusione? Che il nostro benessere comincia a tavola ! La ricetta segreta? 100 grammi di determinazione, 50 grammi di amore, 30 grammi di inventiva, 10 grammi di capacità e un pizzico di sana follia! Ed è grazie ad essa che ho aperto la FIT BAKERY a Forlì. E la vita cominciò con un peccato di gola ...!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento