Piscina in giardino: come proteggerla dal freddo invernale

Sta arrivando l'autunno: ormai non è più stagione per adoperare la piscina che abbiamo in giardino. Ecco come fare a proteggerla durante le stagioni fredde

La piscina protagonista di feste, tuffi e nuotate che per le giornate estive ci ha tenuto compagnia, con l'autunno e il sopraggiungere del freddo invernale ha bisogno di essere protetta, in modo da poter arrivare al meglio alla futura stagione estiva.

Anche a Forlì sta arrivando l'autunno: le giornate si accorciano sempre di più e ormai non è più stagione per adoperare la piscina che abbiamo in giardino. Ecco come fare a proteggerla durante le stagioni fredde.

L’invernaggio: a cosa serve?

In inverno, per preservare la funzionalità della piscina, si devono continuare i trattamenti della stagione estiva anche se costosi e impegnativi: essi infatti servono ad evitare eventuali danni alla piscina.

Continuando l'operazione di manutenzione, detta invernaggio attivo, si hanno una serie di vantaggi come:

  • le piastrelle non si rovinano perchè non vengono attaccate dal freddo;
  • la sporcizia non si incrosta quindi può essere rimossa facilmente;
  • l’acqua non si sporca e quindi non si crea il rischio di creare uno stagno;
  • in primavera quando si riprende ad usarla non si è costretti a svuotarla.

L’invernaggio di solito si effettua quando la temperatura scende sotto i 12°, altrimenti c’è il rischio della formazione delle alghe.

Per effettuare nel modo corretto questo processo, è bene pulire preventivamente l’acqua. Nel caso di residui meglio effettuare un controlavaggio del filtro. Fatto questo bisogna pulire a fondo i cestelli o le retine presenti nel canalone di sfioro e il prefiguro della pompa.

Una volta sistemato il filtro bisogna controllare il ph e la durezza dell’acqua. Per regolarlo bisogna immettere in vasca i prodotti chimici necessari e lasciarli circolare all’interno dell’acqua.

Nel frattempo, se il locale tecnico è sotto il livello dell’acqua bisogna chiudere le varie valvole. Se invece il locale tecnico è sopra, meglio lasciare le valvole aperte a metà. A questo punto bisogna pulire il cestello prefitro della pompa e svitare i tappi per lo spurgo.

Fatto questo le operazioni sono concluse e possono essere ripetute a metà inverno.

L’invernaggio permette di non svuotare  la piscina e di preservare una serie di caratteristiche.

La presenza dell’acqua evita eventuali piegamenti e cedimenti della struttura. Per quelle rivestite in pvc, si evita di far indurire il rivestimento con il freddo, mentre quelle in mosaico potrebbero distaccarsi. Per quanto riguarda le incrostazioni, le temperature basse potrebbero farle incrostare e quindi rendere difficile la rimozione.

Nelle zone in cui l'inverno è particolarmente rigido si rischia il congelamento totale dell’acqua, quindi meglio abbassare il livello dell’acqua sotto gli skipper e svuotare le tubature. A questo si aggiunge il posizionamento sulla superficie dei galleggianti morbidi per impedire la formazione del ghiaccio.

Le coperture

Una volta effettuate tutte le operazioni di invernaggio, si può procedere alla copertura. Ci sono varie opzioni, ognuna con le sue caratteristiche.

Tra le soluzioni semplici ed efficaci ci sono i teli di copertura ancorati con strutture tubolari. Questa copertura economica mette al sicuro la piscina da sporcizia e residui.

Se in casa ci sono bambini o animali meglio una copertura di sicurezza in grado di reggere un determinato peso. In questo modo non c’è il rischio di incidenti o cadute pericolose in piscina. Da giugno 2018 in base alla normativa UNI 11718, ci sono  dei requisiti da rispettare: la copertura deve prevenire la caduta di un bambino e deve evitare che questo si infili sotto. Il carico deve sopportare un peso di 100 kg, il fissaggio non deve causare inciampi ai bambini. In caso di copertura automatica il sistema centralizzato deve essere posizionato lontano dalla portata dei bambini.

La copertura filtrante, parzialmente o totalmente, permette di evitare l’accumulo di acqua sulla superficie, ma trattenendo la sporcizia e le foglie.

La piscina coperta, anche se più costosa è più sicura e la protegge dagli agenti atmosferici che potrebbero danneggiarne parti delicate della struttura.

Garage in affitto: le regole per stipulare il contratto

Manutenzione della piscina a Forlì e dintorni

Ecco alcune attività sul territorio di Forlì e dintorni, a cui rivolgersi per la manutenzione della propria piscina:

Un look anni '80 per la tua casa in 7 mosse

Prodotti online per proteggere la piscina in autunno

Copertura di sicurezza

Telo termico per piscina

Telo copertura copri piscina rettangolare 

Copertura invernale per piscina ovale

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice e bucato profumati con questi piccoli trucchi

  • Chi le ha fatte entrare? 4 rimedi naturali per liberarsi delle cimici

  • Cinque soluzioni incredibili per trasformare il sottoscala

Torna su
ForlìToday è in caricamento