Imu e Tasi, tutto quello che c'è da sapere: ecco i termini di pagamento

Restano invariate le aliquote e le agevolazioni già stabilite per la rata di acconto per l’annualità 2017

Scade il 18 dicembre il termine di pagamento della rata di saldo per l'anno 2017 di Imu e Tasi. Sul sito www.comune.forli.fc.it sono presenti informazioni dettagliate e un calcolatore per effettuare il calcolo dell'imposta dovuta e la stampa del modello di versamento F24. Inoltre, sul sito del Comune di Forlì è presente l’applicativo Linkmate per la verifica della propria situazione tributaria risultante all’Ufficio Comunale e per l’invio di documentazione e segnalazioni. Restano invariate le aliquote e le agevolazioni già stabilite per la rata di acconto per l’annualità 2017.

Tasi

Sono esenti dal pagamento della Tasi le abitazioni principali non di lusso (sono considerate di lusso solo le abitazioni accatastate in categoria A1, A8 e A9), nonché quelle  assimilate per legge o regolamento all'abitazione principale e relative pertinenze. Restano soggetti a Tasi le abitazioni principali di lusso ed equiparate (accatastate in cat. A1, A8, A9) con le relative pertinenze ed i fabbricati rurali strumentali.

IMU

Gli immobili soggetti ad Imu sono  le abitazioni principali di lusso ed equiparate (accatastate in cat. A1, A8, A9) con le relative pertinenze, con detrazione pari ad 200 euro; le abitazioni secondarie; gli altri fabbricati; i terreni agricoli non espressamente esentati; e le aree edificabili. Sono confermate le riduzioni Imu.

E' prevista una riduzione del 50% dell'Imu per l'abitazione non di lusso e relative pertinenze concessa in comodato a parente in linea retta di primo grado (genitore/figlio), che la utilizza a titolo di abitazione principale sulla base di un contratto registrato, a condizione che il comodante risieda nello stesso Comune di ubicazione dell’abitazione concessa in comodato e non possieda altra abitazione sul territorio italiano, in aggiunta all'alloggio concesso in comodato e alla propria abitazione principale che deve essere situata nello stesso Comune dell'alloggio concesso in comodato. La condizione agevolativa, iniziata nel corso dell’anno 2017, va comunicata entro il 30 giugno 2018, mediante dichiarazione Imu.

E' prevista una riduzione del 25% dell'Imu per le abitazioni locate con contratto a canone concordato in base alla Legge 431/98 e relative pertinenze. La condizione agevolativa, dipendente da locazione agevolata stipulata o rinnovata, va comunicata mediante presentazione dell’apposita modulistica, disponibile sul sito e agli sportelli dell’Unità Entrate Tributarie, preferibilmente entro il prossimo 18 dicembre.

Sono esenti dall'Imu i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli a titolo principale, ovunque ubicati sul territorio comunale, nonché i terreni agricoli, da chiunque posseduti e condotti, compresi nelle particelle ubicate in zona collinare/montana di cui alla circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993. Sul sito del Comune di Forlì è pubblicato l’elenco delle particelle esenti.

Imu e Tasi - Aliquote versamento

Il versamento in saldo, a conguaglio dell’imposta dovuta per l’anno 2018, va effettuato entro il giorno 18 dicembre, a mezzo F24, codice catastale D704. Restano invariate le modalità di determinazione dell’imposta, le aliquote e i codici tributo per gli immobili soggetti. Non è dovuto alcun versamento se l’imposta annua è pari o inferiore a Euro 12.00.

Informazioni

Sul sito www.comune.forli.fc.it  sono presenti le informazioni dettagliate e un calcolatore per effettuare il calcolo dell'imposta dovuta e la stampa del modello di versamento F24. L’Unità Entrate Tributarie del Comune di Forlì, con uffici in Municipio (ingresso Piazza Saffi n.8) è aperta al pubblico nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì anche dalle 16 alle 17 (telefono 0543.712476; email: tributi@comune.forli.fc.it).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti