Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Comitati di Quartiere, tutti gli eletti. Samorì: "Costruire un modello di partecipazione"

Samorì sottolinea: "Ora tutti insieme dovremmo costruire un modello di partecipazione capace di rappresentare le istanza del territorio, di testimoniare i valori identitari, di riuscire a dare risposte alle domande dei cittadini, di impostare metodi di dialogo"
Torna a Comitati di Quartiere, tutti gli eletti. Samorì: "Costruire un modello di partecipazione"

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di Charlie Hebdo
    Charlie Hebdo

    mi verrebbe da dire dalla lista che siamo grandi quanto città del messico ragazzi!!!! non si finisce mai di imparare

  • 41 quartieri!!!!!!!!!!!!!!! Ma chi li ha istituiti ?????? Qui è necessario l'intervento urgente di una squadra di psichiatri. In una piccola città come Forlì è sufficiente, a mio avviso,che I contatti con la popolazione per ascoltarne le esigenze siano tenuti dagli assessori (ben retribuiti) e dai consiglieri comunali.

    • Che ad ascoltare le esigense dei cittadini siano gli assessori...mi scappa da ridere!

      • Non ho detto che gli assessori lo stiano già facendo; è ausipicabile che lo facciano, visto il loro lauto stipendio.

  • e cosa farebbero questi comitati?

  • ma avete messo tutti i candidati in ordine di preferenze?! in teoria solo i primi 7 di ogni quartiere faranno parte del comitato di quartiere... se è così non si capisce chiaramente...

    • Daniele, cosa vuoi capire? Considerando la famiglia media italiana e quella forlivese hanno votato meno persone di quelle che compongono le famiglie dei candidati. Fai un incrocio fra questi e quelli presenti nelle liste delle amministrative del PD e liste di supporto... Non che sia un male ma se l'amministrazione comunale si confronta solo con chi la pensa come lei, non si sviluppa nessuna crescita: infatti al crescita di Forlì cittadone è più o meno quella del plebisicito del 1859.

Torna su
ForlìToday è in caricamento