Detenuto si rifiuta di rientrare in cella ed aggredisce due agenti della Penitenziaria

La Fp Cgil forlivese ha chiesto un incontro al prefetto Antonio Corona "per discutere delle problematiche dell'Istituto"

Aggressione nel carcere di Forlì. Un detenuto ha colpito due agenti della Polizia Penitenziaria mentre si opponeva di rientrare nella propria camera di pernottamento. Il personale in divisa è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano, venendo refertati con una prognosi 12 e 7 giorni. La notizia è stata resa nota dalla Fp Cgil, che ha espresso "solidarietà e vicinanza" ai due agenti feriti.

"Questo ennesimo evento critico, mette in discussione il regime aperto delle sezioni, l'attuale sistema va rivisto, come proposto dalla Cgil, in un sistema aperto solo alle persone detenute che aderiscono al piano di trattamento e che attuano un comportamento corretto - spiega il sindacato -. Il problema delle carceri deve riguardare tutti, la società civile, la politica, le istituzioni locali". La Fp Cgil forlivese ha chiesto un incontro al prefetto Antonio Corona "per discutere delle problematiche dell'Istituto tra cui la grave carenza di personale maschile e i temi della sicurezza dell'istituto e del personale che vi lavora".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • Coronavirus, scuole chiuse e certificato medico: la Regione mette ordine

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento