Al Meeting di Rimini uno stand dedicato alla vita di Benedetta Bianchi Porro

Nello stand si parla anche di Dovadola con cartoline, depliant che illustrano le bellezze naturalistiche della Valle del Montone fino alla casa per ritiri spirituali a Marzano

È iniziata domenica la 40esima edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, che come ogni anno è organizzato alla Fiera di Rimini. Fino a sabato 24 agosto si terranno conferenze, incontri e testimonianze relative al tema scelto per quest’anno: “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”.

Oltre alla presenza di numerosi politici invitati a parlare su alcuni temi, l’occasione è importante per tante proposte negli stand e tra questi la Fondazione Benedetta Bianchi Porro ha allestito il proprio spazio per divulgare la vita della futura beata. Tante le novità proposte, specialmente per prepararsi a una presenza considerevole di pellegrini nel territorio: in accordo con il Comune di Dovadola è stata preparata una mappa del borgo con l’indicazione dei luoghi di Benedetta, dalla casa natale fino al cimitero e al sepolcro nella Chiesa di Sant’Andrea. La mappa consentirà di vedere sia il centro storico di Dovadola, sia di comprendere il percorso spirituale di Benedetta, grazie ai commenti scritti da don Andrea Vena, biografo ufficiale della venerabile. Nello stand si parla quindi anche di Dovadola con cartoline, depliant che illustrano le bellezze naturalistiche della Valle del Montone fino alla casa per ritiri spirituali a Marzano, ubicata in uno dei punti più panoramici della valle. La promozione del territorio sarà svolta anche in occasione della beatificazione, grazie a un accordo con la Federazione delle Guide Turistiche provinciale che permetterà di proporre ai visitatori un nuovo itinerario che si aggiungerà a quelli già presenti e che consentirà la conoscenza della bella chiesa di Sant’Andrea con le sue opere, della chiesa della Santissima Annunziata e della beata.

Nello stand una nuova mostra focalizza l’attenzione sulla sofferenza provata da Benedetta esemplificata dalla croce gloriosa, un tema caro ai teologi nel profilo spirituale e ai medici dal punto di vista della persona, tra i quali Marco Maltoni, direttore delle Cure Palliative di Forlì e socio della Fondazione dedicata alla beata, che venerdì alle 11:30 sarà relatore di un incontro dal tema “Davanti al mistero del dolore innocente: non una spiegazione, ma una presenza.” Per gli insegnanti in visita al Meeting, i libri pubblicati nel corso degli anni offriranno lo spunto per parlare della giovane dovadolese con un’attenzione particolare alla didattica in classe. La sorella Emanuela Bianchi Porro incontrerà il pubblico lunedì e martedì mattina alle 12 nello spazio dello stand per parlare della venerabile. Benedetta è già molto conosciuta presso i frequentatori del Meeting e pertanto la presenza della Fondazione a lei dedicata nello stand allestito costituisce spesse volte un ritrovo piacevole per gradevoli ricordi nel forlivese e occasione per divulgare informazioni per partecipare alla beatificazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave un motociclista

Torna su
ForlìToday è in caricamento