Alea Ambiente premia i Comuni più virtuosi: Galeata e Predappio con il 91% di raccolta differenziata

Presenti all’evento organizzato dal presidente di Alea Ambiente Daniele Carloni, all’Istituto Salesiano “Orselli” di Forlì, i sindaci dei comuni soci di Alea, il direttore generale, i membri del consiglio d’amministrazione, Livia Tellus insieme ai dipendenti dell’azienda

Alea Ambiente premia i Comuni più virtuosi del bacino forlivese che nel primo semestre del 2019 hanno raggiunto la percentuale di raccolta differenziata più alta. Galeata e Predappio sono a pari merito con il 91%. Presenti all’evento organizzato dal presidente di Alea Ambiente Daniele Carloni, all’Istituto Salesiano “Orselli” di Forlì, i sindaci dei comuni soci di Alea, il direttore generale, i membri del consiglio d’amministrazione, Livia Tellus insieme ai dipendenti dell’azienda.

"Ringrazio il presidente Carloni che ha reso possibile questo evento, tutti gli amministratori presenti e i dipendenti che ogni giorno si impegnano sul territorio a svolgere il servizio", introduce Enrico Pieri, vicepresidente di Alea Ambiente. "Stiamo lavorando costantemente per migliorare il servizio erogato - continua Paolo Di Giovanni, direttore generale di Alea - ma questa occasione vuole essere un riconoscimento a tutti i cittadini per lo sforzo e la collaborazione quotidiana, oltre che da stimolo per ciascuno a continuare a migliorare".

A ritirare la targa premio il sindaco di Galeata Elisa Deo e il primo cittadino di Predappio Roberto Canali. "Sono orgogliosa per i risultati raggiunti, perché sono stata fin dall’inizio una forte sostenitrice del progetto e ho sempre creduto nelle sue potenzialità - sostiene Deo -. A Galeata non è stato facile partire, ci sono state ostilità e forti critiche, petizioni e polemiche, ma sono convinta che anche grazie a queste, i cittadini siano stati maggiormente informati e sensibilizzati".

Aggiunge Canali: "Un ringraziamento va certamente a tutti i cittadini per l’attenzione posta alla raccolta differenziata porta a porta ed è l’occasione giusta, a mio avviso, per esaltare il comportamento di chi sta collaborando correttamente e, invece, per rimproverare chi agisce al contrario". Il premio si ispira all’opera di Annalena Tonelli, missionaria forlivese, promotrice del Comitato contro la Fame del Mondo, che ha donato la sua vita al servizio dei poveri, esaltanto il riuso e il riutilizzo di tutti i beni materiali. "Alea, azienda del territorio, ha proprio come mission la promozione del riciclo e del riuso, dando valore alle risorse ricavate dalla gestione circolare dei rifiuti e responsabilizzando tutti i soggetti coinvolti in ogni fase", conclude Daniele Carloni, presidente di Alea.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

Torna su
ForlìToday è in caricamento