Arrestato 20enne specialista dei furti in appartamento ad un anno dal colpo

Il giovane era già noto alle forze dell'ordine per altri due furti in appartamento, perpetrati nel 2013 a Modena e nel 2014 in provincia di Ascoli. Il 20enne è stato arrestato dai Carabinieri

Uno specialista dei furti catturato dai Carabinieri di Meldola ad un anno dal colpo messo a segno in via Puccini a Forlì. I militari hanno fermato per un controllo il 20enne albanese, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, sul quale pendeva un ordine di custodia cautelare emesso anno scorso dal pubblico ministero Michela Guidi, dopo che le indagini svolte dalla Squadra mobile e dalla Squadra volanti della Questura di Forlì, con l'ausilio della Polizia scientifica, lo avevano individuato come colpevole del furto di gioielli messo a segno in una abitazione della zona Musicisti, un anno fa, mentre i proprietari della casa erano fuori per alcuni giorni.

Il ladro aveva rovistato ovunque rubando preziosi per circa 5mila euro. Grazie alle impronte lasciate sul posto, la polizia era risalita all'identità del 20enne, che però era sparito dalla circolazione. Il giovane era già noto alle forze dell'ordine per altri due furti in appartamento, perpetrati nel 2013 a Modena e nel 2014 in provincia di Ascoli. Le ricerche messo in atto dai militari della Compagnia di Meldola sono partite la fine dello scorso mese di marzo, quando durante lo svolgimento di un normale posto di controllo in Forlimpopoli effettuato in tarda serata lungo la via Emilia, un’auto (condotta da un conoscente dell'albanese e sulla quale viaggiava in quel momento il latitante) non si è fermata all’alt dei militari, fuggendo in direzione di Forlì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attraverso l’individuazione dell’auto in questione e, soprattutto, ricostruendo con un’oculata attività di ricerca e di indagine i legami tra il conducente – incensurato – e il 21enne, è stata individuata l’abitazione in Corso Diaz dove l'extracomunitario saltuariamente si fermava nei suoi continui spostamenti (presumibilmente effettuati nel tentativo di sottrarsi all’arresto). Nella tarda mattinata di mercoledì i servizi di osservazione e controllo effettuati fornivano ai militari operanti la certezza di poter rintracciare l’albanese all’interno dell’abitazione: una volta fatta irruzione all’interno dell’immobile, il giovane non ha opposta resistenza. Ora è in carcere in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

  • "Grotte urlanti", turisti allontanati dall'Arma: trovate anche corde per scalare le rocce

  • Contagiato dalla sorella rientrata dall'estero: nuovo caso di positività al covid in provincia

Torna su
ForlìToday è in caricamento