Si presenta ubriaco in una casa protetta e picchia una donna: arrestato

Un 37enne di Portico di Romagna è stato arrestato dai Carabinieri. Il giudice ha disposto gli arresti domiciliari

Si è presentato ubriaco all'incontro con i figli minorenni, che vivono con la madre, in una struttura protetta di Rocca San Casciano. E non appena l'incaricato ha ritenuto opportuno far slittare l'appuntamento, è andato su tutte le furie, scagliandosi contro una donna, estranea ai fatti, presente all’interno della struttura, che stava cercando di riportarlo alla calma. Non contento in serata si è recato nell'abitazione dell'ex moglie, minacciandola di morte. Nei guai è finito un 37enne di Portico di Romagna, arrestato dai Carabinieri. Il giudice ha disposto gli arresti domiciliari.

L'episodio si è consumato venerdì pomeriggio. All'individuo, considerati i suoi atteggiamenti violenti nei confronti della ex moglie, era stato imposto il divieto di avvicinamento alla dimora della moglie. Venerdì scorso, alla presenza degli incaricati dei servizi sociali, aveva appuntamento in una struttura protetta di Rocca San Casciano con i due figli minori che vivono con la madre. Ma all'incontro si è presentato ubriaco. Per questo motivo l’incaricato ha ritenuto opportuno rimandare l'appuntamento ad un'altra data. L’uomo a quel punto ha cominciato a dare in escandescenza, scagliando contro una donna (estranea ai fatti) presente all’interno della struttura che stava cercando di riportarlo alla calma, colpendola con violenza.

La donna, dopo essere stata trasportata al pronto soccorso di Forlì, è stata dimessa dopo le cure del caso, solo in tarda serata, con una prognosi di 40 giorni per un trauma toracico, frattura di una costa e contusioni multiple. Nel corso della stessa serata, l’uomo, sempre evidentemente alterato, si è presentato nell’abitazione della ex coniuge, dove ha sferrato pugni e calci alla porta di ingresso, minacciando di morte la donna. La situazione è stata riportata alla calma per l’intervento dei Carabinieri della stazione di Rocca San Casciano, che hanno portato l'uomo in caserma.

Gli uomini dell'Arma, dopo averlo denunciato in stato di libertà per lesioni personali aggravate e per minacce gravi, considerata la pericolosità palesata nella circostanza, hanno richiesto all’autorità giudiziaria un aggravamento della misura in atto. Il giudice per le indagini preliminari, concordando con quanto prospettato dai militari, ha emesso martedì il provvedimento restrittivo, subito eseguito dai militari della stazione di Portico di Romagna, che hanno condotto agli arresti domiciliari il responsabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento