Pusher accumula pene per svariati reati: dopo l'ennesimo spaccio finisce in carcere

Un marocchino di 42 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Faenza

Tra le province di Forlì e Ravenna ha commesso reati in materia di stupefacenti, porto d’armi di oggetti atti ad offendere, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Un marocchino di 42 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Faenza in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Forlì. Recentemente, proprio gli uomini dell'Arma manfredi avevano arrestato il 42enne mentre spacciava nei pressi di un locale in centro città. I militari nei giorni scorsi hanno rintracciato l’uomo e, dopo averlo accompagnato in caserma per le formalità di rito, lo hanno associato al carcere di Port’Aurea di Ravenna. Dovrà scontare 9 mesi e 26 giorni di reclusione. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sanità, il presidente dello Ior Dino Amadori: "La Rete Oncologica va completata in fretta"

  • Politica

    Programmi a confronto sulle tasse comunali: come i candidati vogliono rimodularle o abbassarle

  • Meteo

    Meteo, continua la variabilità atmosferica. E i temporali sono dietro l'angolo

  • Cronaca

    Auto sospetta, la Polizia la intercetta e la ferma: denunciato un 29enne

I più letti della settimana

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Tragedia sui binari: circolazione dei treni rallentata al mattino tra Forlì e Faenza

  • In un bar del centro: "Scusi dov'è il San Domenico?". Risposta: "Non so, non me ne intendo"

  • Forte temporale colpisce il Forlivese, tanta pioggia in pochi minuti: diversi allagamenti

  • Rocambolesco schianto, dopo l'impatto un furgone finisce ruote all'aria: due donne ferite

  • Ritirata l'acqua, sale l'onda della rabbia: "Aziende devastate, pavimenti sollevati in casa"

Torna su
ForlìToday è in caricamento