Era l'incubo di un centro d'accoglienza: profugo arrestato dopo serie di aggressioni

Un ventenne senegalese, richiedente asilo politico, è stato arrestato martedì pomeriggio dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Forlì

FOTO DI REPERTORIO

Era ospite in un centro di accoglienza. Un ventenne senegalese, richiedente asilo politico, è stato arrestato martedì pomeriggio dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Forlì con l’accusa di maltrattamenti di persona, lesioni personali aggravate, porto abusivo di arma e danneggiamento. Lo straniero, per futili motivi, all’interno della struttura di accoglienza, ha avuto un acceso diverbio con altri tre ospiti (un nigeriano, un senegalese e un bengalese). Dopo aver provocato danni ad alcuni mobili della struttura, in un primo momento ha minacciato i tre brandendo una grossa mannaia. Poi, armato di un’asta in legno, li aggrediti con violenza.

Due delle tre vittime hanno riportato lesioni varie giudicate guaribili in cinque e sette giorni dai sanitari del pronto soccorso. Gli uomini dell'Arma intervenuti, dopo aver ricostruito la vicenda e sequestrato le armi adoperate, hanno arrestato l'extracomunitario che, nella circostanza. E' emerso che già nei giorni scorsi, in due diversi episodi, aveva già picchiato, sempre per futili motivi, altri ospiti, un cittadino pakistano ed un gambiano, entrambi finiti in ospedale e giudicati a loro volta guaribili in giorni 7 e giorni giorni. Addirittura una delle vittime era stata presa anche a morsi, con evidenti segni sul corpo. Al termine delle formalità di rito, nel corso delle quali i militari hanno ascoltato diversi testimoni presenti ai fatti, il ventenne è stato associato nel carcere della Rocca, a disposizione della magistratura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

  • Prima il sopralluogo, dopo una settimana il colpo. Addormentano i cani, sfondano un muro e fan razzia di bici

Torna su
ForlìToday è in caricamento