La prova del 9 arriva dalle telecamere: presi i rapinatori della farmacia di Santa Maria Nuova

Erano circa le 18 quando i tre individui, col volto travisato, hanno fatto irruzione al banco dei farmaci di Santa Maria Nuova di Bertinoro. Uno era armato di cutter.

La "prova del 9" è arrivata dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza del sistema di sicurezza. Sono stati assicurati alla giustizia i responsabili della rapina commessa nella prima serata di sabato alla Farmacia Maraldi di Santa Maria Nuova di Bertinoro. Si tratta di tre catanesi, tutti già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio: un 34enne residente a Scandicci, un 41enne residente a Poggio San Marcello (Ancona) ed un 36enne residente a Palagonia (Catania). Il terzetto si trova detenuto in carcere alla Dozza, dopo l'arresto in flagrante per un tentativo di rapina alla farmacia Zolino di Imola, lungo la via Emilia. Dovranno rispondere dell'accusa di rapina aggravata in concorso.

LE RAPINE - Erano circa le 18 quando i tre individui, col volto travisato, hanno fatto irruzione al banco dei farmaci di Santa Maria Nuova di Bertinoro. Uno era armato di cutter. Dopo aver minacciato due farmaciste e altrettanti clienti presenti, hanno puntato al registratore di cassa, portando via ben 6mila euro. Quindi sono fuggiti, facendo perdere le loro tracce. Alle 19,15 stesso copione, tentando di assaltare la farmacia imolese. Ma sono stati bloccati ed arrestati in flagrante dai Carabinieri della locale Compagnia.

Gli uomini dell'Arma della Compagnia di Meldola hanno analizzato le immagini delle telecamere di videosorveglianza dei due punti vendita. Ed è emerso come indumenti e movenze dei tre presentassero delle analogie. La prova del '9' l'ha data indirettamente uno dei tre: benchè fosse incappucciato, si riuscivano a scorgere chiaramente i lineamenti. Gli inquirenti sono al lavoro per chiarire i movimenti della banda effettuati tra una rapina e l'altra.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento