Un'auto "stupefacente" e carica di soldi nascosti: sequestrati 5 chili di droga

Un 25enne albanese, residente nel Forlivese, è stato arrestato martedì mattina insieme ad un 45enne marocchino

In un blitz antidroga degli agenti ella Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia e Modena, un 25enne albanese, residente nel Forlivese, è stato arrestato martedì mattina insieme ad un 45enne marocchino. Tutto è nato dal monitoraggio di un’abitazione che era sospettata di essere il luogo dove numerosi pusher reggiani si recavano per acquistare cocaina ed hashish. Nel corso della mattinata di martedì gli investigatori hanno notato un’auto recarsi nel luogo sospetto, dove il proprietario del casolare si è avvicinato all’uomo al volante e, dopo avergli consegnato qualcosa, ha ricevuto in cambio due involucri.

I poliziotti sono passati all'azione: da un lato hanno bloccato l’auto che era entrata nel cortile, identificando un 25enne albanese residente nel Forlivese; e dall'altro entrando nell’abitazione, al cui interno è stato rintracciato un 45enne marocchino. Gli agenti hanno individuato uno dei uno dei due panetti consegnati poco prima al nordafricano, contenente un chilo di cocaina. L’altro panetto era stato già aperto e l’extracomunitario stava procedendo al taglio ed al confezionamento della cocaina in sasso. In casa sono stati trovati anche oltre due chili di hashish.

Nell’auto condotta dal cittadino albanese, ad un primo controllo, non è stato trovato nulla. Il mezzo è stato quindi portato in Questura dove gli uomini della Squadra Mobile sono riusciti ad individuare un vano segreto, ricavato nel cruscotto proprio dietro il pannello degli strumenti, al cui interno erano nascosti un panetto da oltre un chilo di cocaina e circa 32.000 euro in contanti imbustati sottovuoto. I due stranieri sono stati tratti in arresto e accompagnati in carcere. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento