Atti osceni davanti una gelateria: non paga la consumazione e si masturba davanti a tutti

Il giovane è stato arrestato dai Carabinieri di San Martino in Strada, che hanno operato al fianco dei colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Corso Mazzini,

Dopo aver consumato una bevanda in una gelateria del centro di Forlì, prima ha cercato di allontanarsi senza pagare. Poi si è abbassato i pantaloni, masturbandosi davanti alla dipendente e ai clienti del locale. Protagonista in negativo dell'episodio, avvenuto giovedì sera, un ventenne forlivese, residente nella periferia forlivese. Il giovane è stato arrestato dai Carabinieri di San Martino in Strada, che hanno operato al fianco dei colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Corso Mazzini, per oltraggio, violenza, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e atti osceni in luogo pubblico.

Il fatto si è verificato intorno alle 20. Dopo aver consumato una bevanda in una gelateria della città, ha cercato di allontanarsi senza pagare. Dopodichè si è calato i pantaloni, iniziando a toccarsi nelle parti intime davanti alla barista e ai clienti. Immediata la richiesta d'intervento al 112. I militari, giunti poco dopo, hanno trovato il giovane denudato all’esterno della gelateria che continuava nella sua azione oscena. Alla vista dei militari si è scagliato contro di loro,  pronunciando frasi senza senso, causando lesioni a due militari. Si è reso necessario l'intervento anche della pattuglia del Nucleo Radiomobile, che è riuscito a neutralizzarlo.

Tratto in arresto, il giovane è stato trasportato con l’ausilio dai sanitari del 118 all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano per essere sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio. Considerate le sue condizioni psico-fisiche, su disposizione della magistratura, il responsabile ha mantenuto lo stato di arresto all'ospedale dove è ricoverato. I militari feriti sono stati medicati e dimessi dal pronto soccorso per contusioni multiple.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • Coronavirus, scuole chiuse e certificato medico: la Regione mette ordine

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento