Primo anno per il Corpo Unico di Polizia Municipale: oltre 49mila multe nel 2014

Gli agenti sono stati impegnati in 7405 posti di controlli, nel corso dei quali sono stati fermati 48272 veicoli (46210 dei quali auto). Ben 9671 gli automobilisti sottoposti ai test etilometrici

Il comandante Elena Fiore

Il 2014 ha segnato il primo anno d'attività per la Polizia Municipale dell'Unione di Comuni della Romagna Forlivese, che racchiude i comandi di Forlì, Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Civitella, Predappio, Dovadola, Forlimpopoli, Galeata, Meldola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia e Tredozio. Martedì il Corpo ha celebrato a Bertinoro la festa di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale.

Complessivamente sono 49097 le violazioni amministrazioni al codice della strada accertate. Gli agenti sono stati impegnati in 7405 posti di controlli, nel corso dei quali sono stati fermati 48272 veicoli (46210 dei quali auto). Ben 9671 gli automobilisti sottoposti ai test etilometrici, 54 quelli sottoposti ad accertamenti per l'eventuale assunzione di stupefacenti. Gli incidenti rilevati sono stati 1009, 9 dei quali mortali. 434 le comunicazine di reato inoltrate all'autorità giudiziaria. Sono 17 i documenti contraffatti sequestrati (patenti, assicurazioni ed altri), 283 quelli ritirati. Ben 367 invece i veicoli sottoposti a fermo e-o sequestro.

Non solo attività stradale: gli uomini in divisa sono stati impegnati in 2310 controlli nelle aree verdi, 449 in materia di edilizia e ambiente. Ben 3211 i controlli in materia di commercio, pubblici esercizi e commercianti in aree pubbliche. 149 invece i controlli nei locali finalizzati a contrastare il fenomeno della ludopatia e prevenzione gioco per minori. Attività di educazione stradale anche nelle scuole, con 164 classi interessate per un totale di 3397 alunni.

"La Polizia Municipale - ha affermato il comandante di Forlì, Elena Fiore - è stata unificata per continuare a dare risposte efficienti ed efficaci ai cittadini dei nostri territorio in un momento di grave crisi economica, dove molti hanno perso o sono in procinto di perdere il proprio lavoro e le certezze che il lavoro porta con sè. E' una grande sfida, che da un lato comporta un gravoso impegno, ma dall'altro ci spinge a reagire con quella tenacia e professionalità che da sempre fa parte della nostra storia di 'vigili urbani'".

"La sicurezza della città è, e deve essere il nostro progetto - chiosa Fiore -. Ma per fare sicurezza non è sufficiente limitarsi al contrasto della criminalità, alla prevenzione dei furti nelle case che, in quest'anno appena trascorso, hanno ancora colpito le nostre popolazioni, poichè il senso di insicurezza e l'allarme sociale vengono alimentati non solo da fenomeni che si qualificano tradizionalmente come reati, ma anche da comportamenti incivili e da fenomeni di degrado urbano, fisici e sociali. Cercheremo di esser ancor più vicini ai cittadini, osservando, ascoltando e capendo quelle che sono le esigenze del territorio. Risponderemo a questa sfida con dedizione e professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento