Cantiere del teleriscaldamento, viale della Libertà riapre per l'inizio delle scuole

Proseguono secondo la tabella di marcia i lavori di Hera per la posa della nuova rete di teleriscaldamento che collegherà la centrale dell’Itis di Viale della Libertà con la Green Energy House

Proseguono secondo la tabella di marcia i lavori di Hera per la posa della nuova rete di teleriscaldamento che collegherà la centrale dell’Itis di Viale della Libertà con la Green Energy House, la centrale di trigenerazione di Hera (in grado di produrre energia elettrica, termica e frigorifera in maniera combinata) situata accanto al Campus universitario ed inaugurata il 23 novembre scorso. Il cantiere comporta un investimento di 1,1 milioni di euro.

La rete prevista 

Il collegamento con la nuova centrale del Campus universitario, che diventerà quindi l’impianto di produzione principale, è previsto entro l’estate 2018. Una volta completato, il polo allaccerà alcuni importanti edifici cittadini (l'Istituto Tecnico Industriale, il Ginnasio, la scuola primaria De Amicis e il palazzo dell’Inps) ad oggi già allacciati alla centrale posizionata all’Itis, mentre sono stati pianificati per il 2018 i tratti di rete per l’estensione alle utenze della Provincia in Via Mercuriali, Piazza Morgagni, Via Bruni e il collegamento alla rete esistente del complesso Nuova Abitare, adiacente a via Volta, nell’area della stazione ferroviaria. I vantaggi per la città e per il suo centro saranno, quindi, molto significativi, sia per un maggiore controllo delle emissioni, sia per il maggior rendimento energetico della produzione contemporanea di energia elettrica termica e frigorifera grazie alle elevate prestazioni energetiche della Green Energy House.

I vantaggi per l'ambiente

Una volta a regime, nel 2020, grazie al nuovo sistema di teleriscaldamento, vi sarà una diminuzione a Forlì, per ogni anno termico, di emissioni in aria pari a 7.500 kg di anidride solforosa e di 4.000 tonnellate di anidride carbonica (l'equivalente di 40.000 alberi), oltre al mancato utilizzo di 1.100 tonnellate equivalenti di petrolio (Tep) con un risparmio del 33% di energia primaria. Il sistema di teleriscaldamento di Forlì produrrà annualmente 12.600 MWh termici, 2.680 MWh elettrici e 758 MWh frigoriferi, con una volumetria allacciata di 525 mila metri cubi, equivalenti a circa 2.200 appartamenti di 240 metri cubi ciascuno.

I vantaggi economici per i clienti

Il teleriscaldamento ha anche impatti significativi, in termini di qualità e comodità del servizio di fornitura del calore, per i clienti che sceglieranno di adottarlo per le proprie esigenze di riscaldamento o di produzione di acqua calda. Allacciandosi alla rete in corso di costruzione, difatti, si potranno evitare il costo di acquisto o sostituzione della caldaia e tutti i relativi costi di manutenzione, ordinaria e straordinaria, a questa connessi; inoltre si può contare sul servizio di pronto intervento gratuito h 24. Hera ha programmato, per i prossimi giorni, una campagna di contatto per far conoscere i vantaggi del servizio ai cittadini potenzialmente raggiungibili dalla rete in costruzione, e fornirà loro, attraverso i propri incaricati commerciali, tutte le indicazioni necessarie a realizzare l’allaccio.

Riaperto viale della Libertà

Superate alcune difficoltà, dovute a imprevisti emersi nel corso iniziale dei  lavori, e i disagi che cantieri di questa importanza inevitabilmente comportano, Hera sta attualmente procedendo con i lavori rispettando pienamente il cronoprogramma concordato con l’Amministrazione Comunale. E’ stata appena riasfaltata, ripristinandone la viabilità ordinaria, tutta la zona, finora interessata dagli scavi e dai rilievi della Soprintendenza alle Belle Arti, di Piazzale della Vittoria (lato Stazione) e viale della Libertà, parte nevralgica della rete viaria della città fortemente interessata dal trasporto pubblico e dal traffico privato collegato alle attività scolastiche, oltre che dai flussi di collegamento con la stazione ferroviaria.

Le prossime zone di intervento del cantiere teleriscaldamento

Il cronoprogramma delle attività prevede ora l’ultimazione, entro il 15 settembre, dei lavori in corrispondenza dell’ellisse e la contemporanea prosecuzione delle opere relative alla costruzione del tunnel, il cui completamento è previsto entro marzo 2018, destinato all’alloggiamento sotterraneo delle condotte nel tratto compreso tra Piazzale della Vittoria e Piazzetta Sferisterio grazie ad isole di cantiere. Per consentire una, seppur parziale, fruibilità del parcheggio in Piazzetta Sferisterio durante le festività, Hera prevede di sospendere  le attività dal 7 dicembre 2017 all’8 gennaio 2018.

Fino all’11 ottobre le attività  proseguiranno all’interno del piazzale Igino Lega e nel tratto di via Porta Cotogni tra parcheggio Mafalda di Savoia e via Cesare Battisti. Per quanto possibile si cercherà di garantire l’agibilità del percorso pedonale esistente tra il parcheggio Lega e Corso della Repubblica. E’ prevista una riduzione della disponibilità dei posti auto a pagamento non sarà possibile utilizzare uno degli accessi al parcheggio. Verrà mantenuto l’accesso al parcheggio Mafalda di Savoia ed istituito un doppio senso di marcia su via Porta Cotogni con soppressione della sosta a pagamento almeno da un lato (forse anche su entrambi i lati) in modo da garantire l’accesso e l’uscita da via Cesare Battisti.

A seguire, nel periodo compreso tra il 12 ottobre e il 29 ottobre i lavori proseguiranno su via Porta Cotogni da via Cesare Battisti a poco prima del parcheggio Sferisterio. Si cercherà di garantire il libero passaggio sui marciapiedi. L’accesso al civico 24 sarà chiuso solo negli ultimi giorni di lavorazione in modo da limitare al minimo il disagio. Per la circolazione stradale verrà mantenuto il doppio seno di marcia nel tratto compreso tra via Porta Cotogni, a partire dalla chiusura fino a viale Corridoni.

Tra il 30 ottobre e il 12 novembre i lavori si concentreranno su via Porta Cotogni, nel tratto in cui il tracciato delle tubazioni prevede la deviazione per realizzare il collegamento all’interno di Piazzetta Sferisterio. Per la circolazione stradale verrà mantenuto il doppio senso di marcia su entrambi i tratti di Via Porta Cotogni (uno diretto su viale Corridoni e l’altro su via Battisti), non interessati dai lavori.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Aeroporto e piano industriale, a gennaio partiranno i lavori di riqualificazione. "Crescita del 7% a partire dal 2020"

  • Cronaca

    Pannolini e pannoloni, fumata bianca sulle tariffe che diventano "sociali"

  • Incidenti stradali

    Auto piomba contro la scolaresca e ferisce bimbi e maestra: "Salvi, grazie Santa Lucia"

  • Meteo

    Coppia di perturbazioni in transito e freddo: il mix porterà anche la neve

I più letti della settimana

  • Auto piomba contro la scolaresca e ferisce bimbi e maestra: "Salvi, grazie Santa Lucia"

  • Rogo, evacuato per una notte il condominio. Straniero di passaggio soccorre gli anziani

  • Edicolante immobilizzato da quattro banditi e derubato, ma reagisce e fa arrestare una di loro

  • Sciagura a Meldola: si lancia dal Ponte dei Veneziani e perde la vita

  • Meteo, ultime ore di sole. Neve e pioggia in arrivo: ecco dove sono attesi i fiocchi

  • La nuova società di gestione può prendere possesso dell'aeroporto Ridolfi

Torna su
ForlìToday è in caricamento