Si amplia l'offerta della Casa di Riposo "Pietro Zangheri"

Dal primo gennaio, annuncia l'assessore alle Politiche di Welfare, Raoul Mosconi, inizierà un nuovo reparto che risponderà ai bisogni assistenziali di ospiti parzialmente autosufficienti

Si amplia l'offerta della Casa di Riposo Residenza "Pietro Zangheri" di Forlì. Dal primo gennaio, annuncia l'assessore alle Politiche di Welfare, Raoul Mosconi, inizierà un nuovo reparto che risponderà ai bisogni assistenziali di ospiti parzialmente autosufficienti. "Lo sviluppo del progetto verterà, in una prima fase, ad individuare gli ospiti con un maggior bisogno assistenziale, la cui risposta sarà un aumento dell’assistenza, a cui corrisponderà una retta differenziata", illustra Mosconi.

Da ottobre, al fine di allargare i servizi erogati al territorio Forlivese, a sostegno della domiciliarità è stata avviata inoltre l'accoglienza degli anziani autosufficienti residenti nel centro storico di Forli, possibilmente vicino alla Residenza Zangheri, offrendo loro il pasto e la partecipazione alle nostre attività di animazione. Tra le iniziative "Vieni a prendere un thè da Noi" (ogni terzo martedì di ogni mese dalle 16 alle 17.30): L’iniziativa è occasione di incontro mensile organizzato nel pomeriggio, in cui è possibile fare merenda in un reparto della Struttura; iniziativa che promuove la nascita di relazioni di amicizia, rigenerazione di legami sociali di quartiere a favore degli anziani che vivono in Casa di Riposo, nonché conoscenza da parte della cittadinanza interessata, delle attività molteplici che quotidianamente si svolgono.

Inoltre, all’interno della Residenza è collocata la sede della Libera Università degli Adulti le cui attività, che iniziano a settembre e finiscono a maggio, si svolgono nel Teatro della Casa che conta 248 posti a sedere. Alle attività partecipano sia gli ospiti della Casa che il pubblico esterno. L’associazione di Volontariato “La Rete Magica” – Amici per l’Alzheimer e il Parkinson- collabora con la Zangheri anche realizzando eventi all’interno della residenza. "L’intento è quello di allargare la Rete, per far ciò l’Ipab Casa di Riposo Pietro Zangheri vuole, anche con progetti di modeste dimensioni, aprirsi alla Comunità Forlivese", aggiunge Mosconi.

La Casa di Riposo Pietro Zangheri vede la presenza di 144 posti per il servizio Cra (Casa Residenza per Anziani non autosufficienti nella tipologia della Casa Protetta), di cui 140 accreditati (è stato sottoscritto il nuovo contratto di servizio il 28 luglio; con decorrenza fino al 31/12/2019); i rimanenti 4 posti di Cra sono a libero mercato; e 160 posti come casa di riposo. Complessivamente sono ospitate nella struttura di via Andrelini ben 300 persone. "La Casa di Riposo Zangheri è un patrimonio per la comunità forlivese - conclude Mosconi -. Dalla comunità ha avito origine e ha ricevuto e riceve ancora tanto quindi ora aggiornando e differenziando i suoi servizi intende rispondere ai nuovi bisogni della comunità forlivese". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

  • Prima il sopralluogo, dopo una settimana il colpo. Addormentano i cani, sfondano un muro e fan razzia di bici

Torna su
ForlìToday è in caricamento