Case popolari, piano dell'Acer per recuperare i canoni dei cittadini morosi

Portate a zero le spese per la comunicazione istituzionale e di  rappresentanza, dismissione definitiva dell’intero parco automobili  aziendale

Colpo di forbice nel bilancio di previsione  2019 di Acer - Azienda Casa Emilia Romagna della Provincia di Forlì Cesena. Portate a zero le spese per la comunicazione istituzionale e di  rappresentanza, dismissione definitiva dell’intero parco automobili  aziendale, compresa l’ammiraglia (era l’unica “auto blu”)  utilizzata per le trasferte istituzionali, con la sostituzione dei mezzi  esclusivamente con auto a noleggio di piccola e media cilindrata  e in numero ridotto rispetto al passato, con deciso risparmio delle risorse pubbliche. Il piano è stato già presentato venerdì agli amministratori dei 30 Comuni della  provincia Forlì Cesena che compongono la Conferenza degli Enti ed è stato approvato all’unanimità.

Una svolta impressa dalla Presidente di Acer Forlì-Cesena, l’avvocato Patrizia Graziani, che  ha illustrato  le linee guida di   esercizio e di programma e gli obiettivi pluriennali collegati alla  gestione del  patrimonio di edilizia residenziale pubblica:  4580 unità immobiliari , tutte di proprietà comunale, eccettuati 47 alloggi e 12 alloggi di edilizia agevolata di proprietà Acer.

Nell’ottica di un ulteriore risparmio e un recupero di risorse,  Patrizia Graziani elenca altre misure contenute nel bilancio di previsione Acer del 2019: “Abbiamo previsto un  monitoraggio costante delle posizioni di morosità degli inquilini e si tratta di  un’attività svolta  in costante collaborazione con i Comuni. Intensificheremo le azioni di recupero dell’insoluto, attraverso azioni legali ricorrendo ad nuovo strumento adottato nella mia gestione, ovvero un albo di avvocati selezionati con un bando pubblico a condizioni tariffarie nei limiti minimi di legge che  consentiranno  riduzione di costi e migliore recuperi di canoni”: afferma in una nota la Presidente di Acer Forlì-Cesena, Patrizia Graziani.

Per contro,   le risorse economiche messe a disposizione dallo Stato agli enti Acer  negli ultimi anni hanno subito una costante contrazione poiché, essendo ormai integralmente utilizzati i consistenti benefici economici pervenuti negli anni passati grazie a provvedimenti nazionali e regionali (la cosiddetta “legge Rivola”)  si può contare oggi quasi esclusivamente sui proventi dei canoni di locazione che però non sempre risultano sufficienti in rapporto alle esigenze esistenti.

“Proprio su queste basi abbiamo accolto con grande soddisfazione il recente sostegno finanziario di provenienza regionale, legato al “Piano casa” ed ai fondi erogati in ambito  “energetico” per la messa a norma e l’efficienza degli impianti o col  “Bando Ascensori” nella prima parte di giugno 2018, integrato poi da una seconda e ben più corposa parte in agosto e settembre 2018, con estensione del finanziamento al recupero e alla fruibilità degli alloggi sfitti. Ma se gli ultimi risultati  sono soddisfacenti quanto alle risorse regionali, maggiori difficoltà vi sono per i finanziamenti statali, che continuano ad essere carenti”: commenta Patrizia Graziani.

“ E col taglio delle risorse statali la programmazione e realizzazione di nuovi interventi di edilizia convenzionata comunale può svilupparsi solo trovando canali per superare la carenza di risorse pubbliche che si sta profilando anche per i prossimi anni. Al fine di cercare tutte le possibili soluzioni a questa carenza, per il prossimo futuro è nostra intenzione continuare a intensificare la collaborazione fattiva con i Comuni nella ricerca di ogni forma di finanziamento possibile, sia per le nuove costruzioni che per le ristrutturazioni e manutenzioni straordinarie. Si stanno approfondendo anche opportunità di accedere ai finanziamenti europei, che però non possono essere indirizzati direttamente all’edilizia residenziale pubblica, ma fruiti nell’ambito di programmi tematici, fra i quali l’unico di qualche pertinenza con gli alloggi E.r.p.  è quello sul risparmio energetico”: conclude la  Presidente Acer di Forlì-Cesena.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Treviso impone la sua legge: batosta per l'Unieuro al Palaverde

  • Cronaca

    Promettono soldi da un importante sponsor: sventata truffa ai danni al Meldola Calcio

  • Video

    Rocca, la Fondazione: "Fuksas chiamato solo per avere spunti, chiunque abbia un'idea partecipi"

  • Meteo

    Il Garbino porta un po' di primavera. Poi arriva il freddo e non si escludono bianche sorprese

I più letti della settimana

  • Targhe straniere, scatta il giro di vite: debutta la nuova norma del Codice della Strada

  • Tre trentenni mettono su un piccolo "impero" di quattro pizzerie d'asporto

  • Tre rotonde in serie, via il semaforo e i sensi unici: cosa cambia a Ravaldino

  • Edicolante immobilizzato da quattro banditi e derubato, ma reagisce e fa arrestare una di loro

  • 'Velo ok', 17 colonnine arancioni contro la velocità: ecco quando saranno installate

  • Incidente a Forlimpopoli, due auto si scontrano frontalmente all'uscita della rotonda

Torna su
ForlìToday è in caricamento