Celebrazione della marcia su Roma, l'Anpi: "Vietare il corteo a Predappio"

Con questa motivazione l'Anpi, l'Associazione nazionale partigiani d'Italia, chiede alle autorità forlivesi di vietare il corteo previsto a Predappio, paese natale di Benito Mussolini, nel giorno della ricorrenza della marcia su Roma, il 28 ottobre

"Celebrare la marcia su Roma e Benito Mussolini vuol dire celebrare il fascismo. Consentire la celebrazione della marcia su Roma e di Mussolini significa disattendere e violare il dettato della Costituzione". Con questa motivazione l'Anpi, l'Associazione nazionale partigiani d'Italia, chiede alle autorità forlivesi di vietare il corteo previsto a Predappio, paese natale di Benito Mussolini, nel giorno della ricorrenza della marcia su Roma, il 28 ottobre. La richiesta è stata formalizzata dall'avvocato Emilio Ricci, legale dell'Anpi, in una lettera inviata per conto della presidente Carla Nespolo al prefetto Fulvio Rocco De Marinis, al questore Loretta Bignardi, al sindaco di Predappio Giorgio Frassineti e alla procura forlivese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento