Cesare Battisti in Italia, fine della fuga. Morrone a Ciampino per l'arrivo dell'ex terrorista

Battisti rientra nei casi dell'ergastolo ostativo, ossia senza la possibilità di ottenere benefici nell'esecuzione della pena, almeno se le condizioni non mutano

C'era anche il sottosegretario alla Giustizia, il forlivese Jacopo Morrone, all'arrivo a Ciampino del volo che ha riportato in Italia Cesare Battisti, l'ex terrorista del gruppo "Proletari armati per il comunismo". "Per la giustizia italiana è una giornata storica - ha evidenziato Morrone -. Dopo 37 anni di latitanza ‘dorata’ il pluriomicida già condannato a due ergastoli viene riportato in Italia a scontare la pena che gli è stata comminata. Un plauso alle forze di Polizia e di Intelligence italiane per la brillante operazione fatta  e a quelle straniere che hanno proficuamente collaborato".

Ad attendere l'arrivo dell'ex terrorista, all'interno dello scalo di Ciampino, il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Battisti rientra nei casi dell'ergastolo ostativo, ossia senza la possibilità di ottenere benefici nell'esecuzione della pena, almeno se le condizioni non mutano. Il Falcon 900 del Governo italiano era decollato da Santa Cruz in Bolivia, paese dove è stato arrestato l'uomo dopo la lunga latitanza dall'Italia.

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento