Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Una sfida vinta da una donna di circa 50 anni, malata di una grave forma di cancro, operata e salvata un paio di giorni fa

Un intervento difficile, una lotta per vivere. Una sfida vinta da una donna santarcangiolese di circa 50 anni, malata di una grave forma di cancro, operata e salvata un paio di giorni fa dai due primari di Chirurgia dell’ospedale "Infermi" di Rimini e del "Morgagni-Pierantoni" di Forlì: i medici Gianluca Garulli e Giorgio Ercolani. La donna è stata operata al nosocomio riminese dove i due primari hanno lavorato fianco a fianco, in sinergia, per salvarla e darle una nuova speranza. "Qualcosa di impensabile fino a qualche anno fa – commenta Garulli - e ora possibile grazie alla presenza di un’azienda unica, Ausl Romagna che annulla di fatto tutti i vincoli burocratici che rendevano difficilissime operazioni in compresenza come questa. Grazie ad Ausl Romagna i pazienti possono contare su un’assistenza più specifica ed efficace".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

  • Coronavirus, un altro morto a Forlì. In città superati i 200 casi. E in provincia sono 775

  • Coronavirus, Predappio funestata da un'altra morte. Deceduto lo storico titolare della ferramenta del paese

Torna su
ForlìToday è in caricamento