Ricordata a Rocca delle Caminate la morte del partigiano Carini, l'Anpi conferma il no al faro

Sabato, a Meldola e a Rocca delle Caminate, si è svolta la commemorazione del comandante partigiano Antonio Carini

Sabato, a Meldola e a Rocca delle Caminate, si è svolta la commemorazione del comandante partigiano Antonio Carini (Monticelli d'Ongina 7 sette 1902 - Meldola 13 marzo 1944). Non è stato praticamente mai citato nei vari interventi il caso spinoso della riaccensione del faro in cima alla torre, ma dall'Anpi (associazione partigiani) è arrivato di fatto un "no" dopo le aperture delle settimane precedenti dell'ex presidente (si è dimesso pochi giorni fa) Tamer Favali.

Dopo la commemorazione in piazza Orsini a Meldola, e sul ponte dei Veneziani, dove è stata deposta una corona d'alloro sul cippo che ricorda il partigiano. Successivamente i partecipanti si sono trasferiti a Rocca delle Caminate dove Gabriele Zelli, sindaco di Dovadola e consigliere della Provincia di Forlì-Cesena, ha condotto i presenti alla visita degli edifici del complesso della Rocca delle Caminate, uno dei quali fu luogo di tortura di partigiani e antifascisti, compreso Carini. Il 9 marzo 1944, venne catturato da militi della Repubblica Sociale Italiana nei pressi di Teodorano di Meldola. Fu subito tradotto in un edificio che fa parte del complesso della Rocca delle Caminate dove venne sottoposto ad atroci torture, per quattro giorni, per carpire preziose informazioni. Ma Antonio Carini non parlò dimostrando un contegno unico e straordinario. Fu allora che i fascisti, inferociti dal suo silenzio, lo legarono, ancora vivo, ad un'auto e lo trascinarono fino al Ponte dei Veneziani di Meldola, dove venne finito per poi essere gettato nel fiume Bidente.  Ad Antonio Carini è stata conferita la Medaglia d'Argento al Valor Militare.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento