Continua grazie all'azione degli scout il viaggio della "Luce di Betlemme"

Il viaggio della “Luce di Betlemme” trae origine dal fatto che nella Grotta della Natività a Betlemme vi è una fiaccola che arde perennemente da secoli

Arrivata sabato scorso a Forlì, la "Luce di Betlemme" sta arrivando sul territorio forlivese grazie alle iniziative del Masci (Movimento Adulti Scout Italiani). Il simbolo di pace è stato consegnato giovedì a CavaRei, mentre sabato è entrato nel comune di Meldola. Il viaggio della “Luce di Betlemme” trae origine dal fatto che nella Grotta della Natività a Betlemme vi è una fiaccola che arde perennemente da secoli. Nel 1986, poco prima di Natale, per la prima volta la Luce venne portata dalla grotta di Betlemme in Austria, con un viaggio aereo organizzato grazie ad un'iniziativa di beneficenza. Da Linz, con la collaborazione delle ferrovie, la Luce venne poi distribuita in tutto il territorio e gli scout viennesi decisero di collaborare nel consegnarla a chi ne facesse richiesta. In Italia essa giunse nel 1993 e l'anno successivo si costituì un comitato spontaneo che partecipa fattivamente alla manifestazione della Luce della Pace, accendendola a Vienna e portandola in Italia. Durante l’incontro è stata letta la storia della "Luce di Betlemme" e recitata una preghiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento