Il Comune: "117 persone controllate dai vigili nel chiostro in pochi mesi"

L'Amministrazione comunale di Forlì esprime apprezzamento per l'intervento di controllo e ispezione antidegrado nel Chiostro di San Mercuriale disposto dalla Procura della Repubblica di Forlì ed eseguito dalle Forze dell'Ordine nella giornata di ieri, venerdì 11 maggio

L’Amministrazione comunale di Forlì esprime apprezzamento per l’intervento di controllo e ispezione antidegrado nel Chiostro di San Mercuriale disposto dalla Procura della Repubblica di Forlì ed eseguito dalle Forze dell’Ordine nella giornata di ieri, venerdì 11 maggio. L’atto firmato dal Procuratore Dott. Alessandro Mancini rappresenta una iniziativa importante alla quale il Comune dà pieno appoggio e nei confronti della quale garantirà massima collaborazione.

Lo rileva una nota del Comune: “Come è noto, l’Amministrazione comunale di Forlì segue da tempo con impegno e attenzione la situazione del Chiostro con l’obiettivo di riqualificare questo spazio centrale per la vita della Città. E’ altrettanto noto che si tratta di un impegno complesso e difficile, per il quale sono già stati realizzati e sono in fase di realizzazione diversi progetti”.

Cosa fa il Comune a riguardo? “Oltre a interventi e progetti, va rimarcato che il Comune è da tempo fortemente impegnato nell’azione di controllo, di prevenzione, di verifica e di presidio dell’area del Chiostro, di piazza XX settembre, dell’area antistante la chiesa di San Mercuriale e di Piazza Saffi; un impegno quotidiano costante svolto dalla Polizia Municipale tutti i giorni, anche in orario serale e notturno. A titolo esemplificativo, nei primi mesi dell'anno 2012, la Polizia Municipale è stata presente quotidianamente con un proprio mezzo di servizio in piazza Saffi per un totale di circa 1.110 ore. Tale presenza è risultata ulteriormente rafforzata da interventi nel Chiostro da parte dei Vigili di Quartiere e delle pattuglie di Pronto Intervento che dall'inizio dell'anno hanno già effettuato qualche centinaio di ore in controlli specifici, mirati alla prevenzione e alla repressione dei fenomeni di degrado”.

“Tutti i giorni sono altresì svolti controlli da parte delle pattuglie serali che identificano puntualmente i presenti (dall'inizio dell'anno sono state 117 le persone identificate). Inoltre, in diverse occasioni, si sono svolti servizi mirati con Questura e Carabinieri. La costante attenzione data alla problematica antidegrado del Chiostro ha altresì portato all’arresto di una persona colpita da ordine di carcerazione per reati pregressi e alla denuncia a piede libero di altre due persone”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Altro colpo al commercio in centro: due chiusure a pochi metri nel cuore dello shopping

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • L'allarme suona, nella borsa spunta un portafogli rubato: "Potrebbe essere stato nostro figlio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento