Il Comune: "117 persone controllate dai vigili nel chiostro in pochi mesi"

L'Amministrazione comunale di Forlì esprime apprezzamento per l'intervento di controllo e ispezione antidegrado nel Chiostro di San Mercuriale disposto dalla Procura della Repubblica di Forlì ed eseguito dalle Forze dell'Ordine nella giornata di ieri, venerdì 11 maggio

L’Amministrazione comunale di Forlì esprime apprezzamento per l’intervento di controllo e ispezione antidegrado nel Chiostro di San Mercuriale disposto dalla Procura della Repubblica di Forlì ed eseguito dalle Forze dell’Ordine nella giornata di ieri, venerdì 11 maggio. L’atto firmato dal Procuratore Dott. Alessandro Mancini rappresenta una iniziativa importante alla quale il Comune dà pieno appoggio e nei confronti della quale garantirà massima collaborazione.

Lo rileva una nota del Comune: “Come è noto, l’Amministrazione comunale di Forlì segue da tempo con impegno e attenzione la situazione del Chiostro con l’obiettivo di riqualificare questo spazio centrale per la vita della Città. E’ altrettanto noto che si tratta di un impegno complesso e difficile, per il quale sono già stati realizzati e sono in fase di realizzazione diversi progetti”.

Cosa fa il Comune a riguardo? “Oltre a interventi e progetti, va rimarcato che il Comune è da tempo fortemente impegnato nell’azione di controllo, di prevenzione, di verifica e di presidio dell’area del Chiostro, di piazza XX settembre, dell’area antistante la chiesa di San Mercuriale e di Piazza Saffi; un impegno quotidiano costante svolto dalla Polizia Municipale tutti i giorni, anche in orario serale e notturno. A titolo esemplificativo, nei primi mesi dell'anno 2012, la Polizia Municipale è stata presente quotidianamente con un proprio mezzo di servizio in piazza Saffi per un totale di circa 1.110 ore. Tale presenza è risultata ulteriormente rafforzata da interventi nel Chiostro da parte dei Vigili di Quartiere e delle pattuglie di Pronto Intervento che dall'inizio dell'anno hanno già effettuato qualche centinaio di ore in controlli specifici, mirati alla prevenzione e alla repressione dei fenomeni di degrado”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tutti i giorni sono altresì svolti controlli da parte delle pattuglie serali che identificano puntualmente i presenti (dall'inizio dell'anno sono state 117 le persone identificate). Inoltre, in diverse occasioni, si sono svolti servizi mirati con Questura e Carabinieri. La costante attenzione data alla problematica antidegrado del Chiostro ha altresì portato all’arresto di una persona colpita da ordine di carcerazione per reati pregressi e alla denuncia a piede libero di altre due persone”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento