Agraria a Forlì, il sostegno dell'Albo degli Agrotecnici: vantaggi e borse di studio per gli allievi

Il Collegio provinciale sta già collaborando con l’Istituto “Ruffilli” nelle attività di presentazione del nuovo corso di studio ed ora arriva l’assist dello stesso Collegio Nazionale

Mentre prende sempre più corpo l’istituzione di un corso di agraria a Forlì, sia con la raccolta delle pre-iscrizioni (c’è tempo fino al 31 gennaio, on-line al sito www.ipruffilli.it) che con la messa a disposizione del plesso scolastico e dell’azienda agraria da parte del Comune di Forlì, arriva anche il deciso sostegno dell’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, che proprio nella città mercuriale ha importanti uffici ed attività. Il Collegio provinciale sta già collaborando con l’Istituto “Ruffilli” nelle attività di presentazione del nuovo corso di studio ed ora arriva l’assist dello stesso Collegio Nazionale, il quale ha formalizzato l’impegno a riconoscere le attività didattiche di alternanza scuola-lavoro che saranno svolte nel corso di studio come idoneo assolvimento del praticantato professionale per obbligatorio per l’iscrizione all’Albo.

"A questo punto occorre fare una premessa - viene spiegato -: i diplomati in agraria possono ancora iscriversi all’Albo professionale ma, per farlo, debbono svolgere un praticantato della durata minima di 18 mesi (solo 6 mesi invece per i laureati), dopo il diploma. Ma i futuri diplomati dell’Agrario di Forlì godranno del vantaggio di poter svolgere il tirocinio professionale prima del conseguimento del diploma, durante il corso di studio, tramite il riconoscimento delle attività di alternanza scuola-lavoro, che saranno svolte anche in collaborazione con l’Albo; un vantaggio non da poco, che farà guadagnare loro almeno due anni di tempo nell’immissione del mondo del lavoro".

Per fare questo sarà stipulata una specifica “Convenzione” fra l’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati e l’Istituto “Ruffilli”. Ma non finisce qui. Il Collegio Nazionale, insieme al Collegio interprovinciale di Forlì-Cesena e Rimini, si è anche impegnato a valutare l’istituzione di premi e borse di studio per gli studenti più meritevoli. In questi anni, fra tutte le professioni tecniche, quella di Agrotecnico e di Agrotecnico laureato è cresciuta di più. Nel 2018 il numero di professionisti in attività (saldo netto fra partite Iva chiuse e nuove aperte) è cresciuto di + 6,97% e negli ultimi otto anni l’aumento delle nuove partite Iva è sempre stato superiore al 5% all’anno, mentre l’economia era stagnante od in recessione. "Un altro ottimo motivo per scegliere il corso di studi di agraria", viene evidenziato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento