Da Facebook alla piazza, in centro storico la manifestazione di "Forlì ai Forlivesi"

Si è svolto nella serata di venerdì il corteo organizzato dal gruppo Facebook “Forlì ai Forlivesi” con, tra gli altri, anche gli obiettivi di contrastare l’immigrazione e rilanciare l’economia locale

Strade chiuse, cordoni di Polizia e Carabinieri, cambio in corsa del percorso del corteo. E, fortunatamente, nessun tipo di problema. Si è svolto nella serata di venerdì il corteo organizzato dal gruppo Facebook “Forlì ai Forlivesi” con, tra gli altri, anche gli obiettivi di contrastare l’immigrazione e rilanciare l’economia locale. Una manifestazione, sottolineavano nella loro pagina FB, contro “le lobby politico-affaristiche che soffocano la città”.

La manifestazione, anche grazie all’intervento delle forze dell’ordine, si è svolta senza particolari problemi. Il corteo, composto da poco meno di un centinaio di persone, è partito da Porta San Pietro ed è proseguito lentamente per corso Mazzini e successivamente per via delle Torri, dopo una breve deviazione per non fare entrare in contatto il gruppo con la contro-manifestazione democratica che li attendeva in piazza Saffi, anche in questo caso composta da circa un centinaio di persone. Slogan, cori, bandiere sia da una parte che dall'altra: ma fortunatamente tutto è filato liscio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento