Dal legno riciclato nasce una nuova panchina per il parco di via Seganti

Il materiale utilizzato, spiegano dal Comitato di quartiere del Ronco, "è frutto di riciclo proveniente da precedenti lavori di rinnovo di panchine"

Il parco di via Seganti al Ronco, fresco di intitolazione ai piloti delle Frecce Tricolori Eugenio Colucci e Giovanni Liverani, si arricchisce di una nuova panchina. Quella vecchia, ormai distrutta dal tempo, è stata sostituita con una di nuova fattezza realizzata da alcuni componenti del Comitato di Quartiere del Ronco. "In prima battuta era stato chiesto all'amministrazione comunale di rinnovare la struttura, ma dopo la solita frase "Non abbiamo soldi", il comitato ha deciso di provvedere alla sostituzione", viene spiegato. Il materiale utilizzato, spiegano dal Comitato, "è frutto di riciclo proveniente da precedenti lavori di rinnovo di panchine, sempre effettuato al Ronco, che, dopo una ripulitura, è stato riutilizzato evitando la discarica, come spesso avviene in situazioni simili".

IL PARCO DI VIA SEGANTI INTITOLATO ALLA MEMORIA DEI PILOTI DELLE FRECCE - IL VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento