I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

Gli occhi scuri e le labbra carnose non nascondono le sue origini siciliane, ma è nata e cresciuta a Torino prima di trasferirsi in Romagna

Su Instagram ha quasi 40mila follower da tutto il mondo. I suoi scatti mozzafiato sono un connubio di sensualità ed emozione. Parlano gli sguardi. Non tace il suo corpo armonioso. Bellezza longilinea e seducente, attraverso l'immagine i maggior fotografi italiano ne esaltano l'espressione artistica. Daniela Caruso, 30 anni, ha scelto di vivere a Forlì, città centrale per i suoi spostamenti, ma anche perchè "a misura di persona". Gli occhi scuri e le labbra carnose non nascondono le sue origini siciliane, ma è nata e cresciuta a Torino prima di trasferirsi in Romagna.

Alle spalle una carriera decennale in ambito fotografico e si definisce una "modella poliedrica": "Amo l'arte e amo rappresentarla con il mio corpo posando anche per il genere nudo artistico, il quale credo non debba essere tabù se ben fatto e ben rappresentato". Daniela confessa a ForlìToday: "Mi sento adottata dalla Romagna. Vi starete chiedendo cosa faccio a Forlì? E' una domanda che si pongono molti, ma per me è questione logistica e di appoggio, lavorando sempre in trasferta. Quando non lavoro amo rilassarmi tra i colli romagnoli, la riviera e coccolarmi con il buon cibo romagnolo".

Quando hai capito che il tuo futuro sarebbe stato quello di fare la modella?
E' nato tutto per caso, non credevo diventasse la mia professione e di avere così tanto successo. Ero appena uscita dalla scuola superiore, fatta a Torino, e volevo cercare qualche lavoretto subito dopo gli studi. Misi un annuncio nei classici siti di ricerca lavoro dove cercavo un'occupazione classica come commessa o impiegata. Mi contattò un fotografo che vide la mia foto del profilo dicendo che era interessato a ritrarmi. Da li è partita l'avventura e non mi sono più allontanata da questo mondo. Ho iniziato a fare dei corsi di posa ed espressione e a prendere la cosa sul serio cercando di inserirmi al meglio in questo settore. Anni fa c'erano meno modelle di adesso e tutto era più serio e professionale.

Raccontaci del tuo percorso professionale...
Ho iniziato a studiare per non improvvisarmi nel campo, cominciando a fare molta esperienza con set meno importanti fino poi a trovarmi in mezzo ad un team con molte persone per campagne e editoriali importanti. Ho cominciato a lavorare in Italia, poi sono arrivate le domande all'estero. Così ho deciso di spostarmi anche fuori dal territorio nazionale.

Quale genere di foto ti piace di più?
Amo molto il genere moda e nudo artistico. Mi piace posare fashion e mood concettuali, ma amo l'arte e mi piace rappresentare la donna con eleganza e raffinatezza pur essendo nuda.

Perchè hai scelto il nudo artistico?
Non è stata una scelta, ma una richiesta. E' difficile trovare una modella che posi nuda senza essere volgare. Essendo con una fisicità longilinea sono anche avvantaggiata. 

La prima volta che ti sei spogliata come si supera l'imbarazzo nel posare senza veli?
Mi sono spogliata in un set fotografico non da subito. Prima posavo vestita, ma dopo diversi set ho provato a buttarmi nel genere nudo ed è stato tutto molto naturale. Non provavo vergogna e mi sentivo a mio agio con il mio corpo.

Come si vive il rapporto con il fotografo?
Credo che la professionalità e il rispetto sia alla base di tutto. Io tengo sempre ad avere un rapporto serio e solamente professionale nel lavoro, bisogna entrare in simbiosi ed essere nella stessa linea di pensiero per un buon risultato.

Hai mai ricevuto proposte osè? E se si come hai reagito?
Le proposte osè sono all'ordine del giorno. Sono una ragazza seria e se sono dove sono lo devo solo a me stessa senza l'aiuto di nessuno. Non sono un tipo di persona che si lascia corrompere con proposte osè per la fama.

Qual è il miglior fotografo con cui hai lavorato?
Ho lavorato con diversi fotografi bravi e che ritengo all'altezza. Non mi sento di fare un nome specifico, ma devo dire che sia in Italia ed all'estero non mancano bravi fotografi.

Sei una professionista del corpo. Quante ore dedichi all'attività fisica?
Si, amo stare in forma e curare il mio corpo. Dedico un 'ora al giorno all'attività fisica e abbino un'alimentazione sana, ma non mi faccio mancare una volta alla settimana la pizza o un buon piatto di pasta

I continui viaggi ti hanno portato fino a Forlì. Come mai?
Mi sono fermata in Romagna per una questione logistica, viaggiando molto tra Milano e Roma. Poi ho trovato una bella casa a Forlì e ho deciso di fermarmi qui.

Cosa ti piace di questa città?
E' a misura di persona. C'è tutto pur essendo una cittadina ed è questo che mi ha trattenuta.

Sei ormai romagnola d'adozione. Per mantenere la forma, riesci a rinunciare ad un piatto di cappelletti?
Sono di buona forchetta, anche se non si direbbe. Tra cappelletti e strozzapreti è dura, amo la cucina romagnola.

Hai mai pensato di trasferirti all'estero come fanno tanti giovani italiani?
Ho vissuto un anno in Gran Canaria due anni fa e, pur avendo la possibilità di rimane, ho deciso di tornare in Italia. Sono molto affezionata alla mia nazione ed è dura per me andare via dell'Italia. Pur avendo delle lacune, rimane sempre il mio paese.

Il mondo dei social è pieno di "haters": tu ne hai qualcuno?
Si, gli hater non mancano. Sono soprattutto dalle donne che per invidia e gelosia a volte sono hater assidue. Ma io vado per la mia strada. Soprattutto posando anche nuda, i bigotti sono pronti a insultare gratuitamente.

Hai avuto esperienze negative in tal senso?
Di grandi esperienze negative al riguardo non ne ho mai avute. Dciamo che sono una ragazza che non da molta corda a queste persone quindi le tronco in partenza.

Con il tuo sguardo trasmetti emozioni. La vita di Daniela è a colori o in bianco e nero?
Direi un mix. Amo vivere a colori, rappresenta più la mia personalità. Sono una persona solare, scherzosa e sbarazzina. Ma alcuni momenti della vita sono riservati al bianco e nero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come ti vedi tra 20 anni?
Con una bella famiglia e forse un'agenzia di moda? Chissà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

Torna su
ForlìToday è in caricamento