Disabile insultato per aver parcheggiato nello stallo a lui riservato

Il corridore non vedente forlivese Loris Cappanna alla fine della gara ha fatto l'amara sorpresa

Una vicenda amara e che ha dell'incredibile quella che ha visto, nella mattinata di domenica, il campione paraolimpico Loris Cappanna protagonista di una brutta storia di ignoranza e maleducazione. L'atleta non vedente, insieme al suo accompagnatore, aveva partecipato a una gara di maratona a Lugo terminata la quale si è ritrovato la vettura danneggiata e, sul parabrezza, un biglietto con scritto "Un disabile purtroppo non può correre, tu invece corri. Buona disabilità sporco forlivese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Domenica mattina - spiega Cappanna - col mio accompagnatore siamo arrivati a Lugo per la gara. Essendo io un non vedente, corro col mio partner legato a una cordicella. Siamo arrivati all'appuntamento in auto e, col mio pass per disabili in bella vista, abbiamo parcheggiato nello spazio apposito conrassegnato dalle righe gialle. Finita la gara, dove ho anche ottenuto il mio miglior tempo di sempre, siamo tornati al parcheggio e abbiamo trovato il tergicristallo posteriore rotto e quel brutto messaggio scritto su un pezzo di carta e lasciato sul tergicristallo anteriore. Un gesto che ha dell'incredibile, tanto che quando lo abbiamo raccontato agli organizzatori hanno interrotto le premiazioni. Evidentemente c'è qualcuno che mi vuole male o che ritiene che la cecità non sia una disabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Corso Mazzini perde un "pezzo", Trevi Sport chiude: "Una scelta sofferta, ma siamo rimasti soli"

Torna su
ForlìToday è in caricamento