Don Luigi Pazzi ritorna a Selbagnone da 'chi burdèl'

CHI BURDEL AD SALBAGNON hanno festeggiato, all'Osteria di Seguno, il 50° anniversario della 1° Messa di Monsignor GianLuigi Pazzi fondatore e gestore della CASA DELLA CARITA' di Bertinoro.

Redazione 28 aprile 2012

CHI BURDEL AD SALBAGNON hanno festeggiato, all’Osteria di Seguno,  il 50° anniversario della 1° Messa di Monsignor GianLuigi Pazzi fondatore e gestore della CASA DELLA CARITA’ di Bertinoro.

LUIS,  come viene chiamato dagli ex ragazzi di Selbagnone,  ha trascorso i primissimi anni del suo sacerdozio proprio nella frazione sopramenzionata e precisamente dal 1968 al 1972.

Gli ex parrocchiani hanno sempre, in questi 40 anni , incontrato periodicamente  il parroco , all’osteria di Seguno,  difronte a buon piatto di tagliatelle..

L’altra sera, CHI BURDEL AD SALBAGNON, così li definisce Luis,  hanno voluto ricordare gli aneddoti di 40 anni fa, premiare ed elogiare il monsignore con pergamene, caricature,  premi e discorsi veramente commoventi, ringraziandolo per avere “trasmesso, in  così pochi anni di presenza, tanti, tanti valori fondamentali che hanno contribuito ad una sana e operosa crescita, con semplicità e partecipazione, mirando ai valori della famiglia”.

Quei ragazzi, hanno voluto anche  aggiungere, scherzando,  che  fra i meriti di don Luigi c’è anche “l’insegnamento di STARE ATTORNO ALLA TAVOLA e riconoscere le vere tagliatelle, cioè i veri  sapori della vita”.
 

Annuncio promozionale

Forlimpopoli

Commenti