Dovadola, donati oltre 2mila euro all’associazione "Amici dell’Hospice"

All’evento hanno partecipato Francesco Tassinari (sindaco di Dovadola), Marco Maltoni (direttore dell’Unità Cure Palliative dell’Ausl Romagna, sede di Forlì, nonché responsabile scientifico dell’associazione Amici dell’Hospice), don Maurizio Monti (parroco di Dovadola), Roberto Bartolini (presidente della Protezione Civile)

Alla terza edizione di "Dovadola per l’Hospice", svoltasi lo scorso 22 settembre a Dovadola in piazza Berlinguer, per iniziativa della "Protezione Civile Dovadola Volontariato" e di altre espressioni del terzo settore locale (Associazione Genitori Dovadola, Cinghialai di S. Ruffillo, AVIS Dovadola, Hystoric Valmontone e Asd Dovadolese ciclisti e Proloco Dovadola), hanno partecipato oltre 300 persone, grazie alle quali è stato possibile effettuare una donazione di 2.100 euro all’associazioni "Amici dell’Hospice", come contributo alle attività sanitarie interne all’Hospice stesso e all’assistenza domiciliare a favore dei malati oncologici, in carico alla struttura.

All’evento hanno partecipato Francesco Tassinari (sindaco di Dovadola), Marco Maltoni (direttore dell’Unità Cure Palliative dell’Ausl Romagna, sede di Forlì, nonché responsabile scientifico dell’associazione Amici dell’Hospice), don Maurizio Monti (parroco di Dovadola), Roberto Bartolini (presidente della Protezione Civile). Nel corso dell’evento, oltre alla degustazione di ricco menù di pesce preparato dai volontari dovadolesi, si è svolta un’esibizione musicale curata dalla band “Nudi e crudi” e uno spettacolo danzante proposto dalla Scuola di Ballo “The Boys Rock” di Rosy e Farneti. 

"Ringrazio di cuore - ha affermato Marco Maltoni . tutte le associazioni di volontariato di Dovadola per l’enorme sforzo organizzativo messo in campo per l’evento e per la forte sensibilità dimostrata nei confronti delle attività dell’Hospice: per noi questo gesto di generosità è uno stimolo per continuare con entusiasmo le attività in cure palliative e per essere a fianco delle persone ammalate con occhi sempre attenti alla loro dignità umana, che riteniamo debba essere preservata sempre in ogni momento della vita e quindi anche nella sofferenza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento