Droni ed elicotteri con visore notturno: l'Elinucleo di Forlì in prima linea per braccare il killer

Il tutto per trovare un uomo che non è solo un bandito, ma sarebbe anche un esperto di tecniche di sopravvivenza e a quanto sembra per nulla intimorito dall'essere l'uomo più braccato d'Italia

C'è chi dice che si sia già in fuga verso l'est ma per i carabinieri Igor il russo - o Ezechiele il serbo, o Norbert Feher o uno dei tanti alias assunti dal killer - sarebbe ancora nascosto fra le boscaglie tra Campotto (Ferrara) e Molinella (Bologna). Per questo continua la caccia allo spietato killer, con tutti i mezzi disponibili. Tra questi anche gli elicotteri dei carabinieri del 13° Elinucleo, che si trova di stanza all'aeroporto di Forlì. Da domenica i carabinieri sono alla caccia del malvivente senza risparmiare mezzi. Dal "Ridolfi" ci sono state 5 partenze, di cui 2 in orario notturno, per le perlustrazioni dall'alto, fin dalla mattina di domenica.

I carabinieri dell'Elinucleo forlivese hanno messo in campo 6 piloti e 2 velivoli, un quadripala Agusta Bell 412  e un Agusta A109 da ricognizione, quest'ultimo equipaggiato con una telecamera con visore ad intensificazione di calore, adatta per l'attività in notturna. In totale diverse ore di volo nell'area con centro Molinella, accanto agli altri elicotteri giunti dalla regioni vicine. A Forlì, infatti, si trova l'unico elinucleo in Emilia-Romagna. E sempre dai carabinieri di stanza a Forlì vengono impiegate anche nuove tecnologie sperimentali a disposizione dell'Elinucleo, come appunto i droni. 

Il tutto per trovare un uomo che non è solo un bandito, ma sarebbe anche un esperto di tecniche di sopravvivenza e a quanto sembra per nulla intimorito dall'essere l'uomo più braccato d'Italia. A suo favore il killer ha a disposizione una zona non facile, perfetta per un fuggiasco, piena di sterpame, arbusti e casolari abbandonati che i militari stanno perlustrando uno a uno. I cani molecolari hanno annusato nuove tracce, perse in prossimità di canali e specchi d'acqua. Avrà utilizzato questi canali per sfuggire ai militari? Tutto è possibile: tutti i conoscenti di Igor ascoltati nei giorni scorsi hanno descritto l'assassino come una persona disposta a tutto pur di non tornare in carcere, in grado di sopravvivere nella natura più selvaggia nutrendosi di erbe selvatiche e vivendo nel fango. Sono tanti i conoscenti del killer che sono stati sentiti dagli inquirenti in questi giorni, tra cui anche una persona di Lugo.

Come si diceva per stanare l'assassino del barista di Budrio Davide Fabbri e della guardia provinciale di Portomaggiore Valerio Verri sono stati portati sul luogo anche dei droni che hanno iniziato a sorvolare sul territorio, perlustrando soprattutto i corsi d'acqua. Ma gli inquirenti sospettano anche che Igor possa essersi nascosto sottoterra, in una tana scavata da qualche animale. Il suo arsenale vanta una calibro 12, una semiautomatica argentata 9x21 e un fucile a pallettoni, forse lo stesso usato per l'assassinio di Salvatore Chianese a Fosso Ghiaia nel 2015.

Intanto Marco Ravaglia, la guardia provinciale di 54 anni che ha visto in faccia la morte sabato pomeriggio a Portomaggiore, resta ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Bufalini di Cesena. Le sue condizioni sono critiche soprattutto per il proiettile che ha ancora in corpo. I medici del Trauma Center cesenate gli hanno già estratto due colpi, uno dal braccio sinistro e l'altro dall'addome, con due distinte operazioni chirurgiche. Ne manca, però, ancora una terza, per rimuovere un terzo proiettile conficcato in una spalla, l'ultimo di una raffica sparata dal killer con la fredda determinazione di uccidere. Ravaglia è ricoverato nel reparto di rianimazione, i medici – pur non sciogliendo la prognosi – parlano di condizioni critiche ma stabili, con un lieve miglioramento dal momento che attualmente si trova in stato vigile e non più in coma farmacologico.

LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI:
PEDINATO E RAPINATO SOTTO CASA: TERRORE ALL'USCITA DAL PUB
RUSPA SBATTE SUL PONTE E CROLLA AL SUOLO: RISCHIO IN VIA CERVESE
INVESTITO DA UN'AUTO, LE ANALISI METTONO NEI GUAI IL CICLISTA
DRONI E SOFISTICATI ELICOTTERI CON BASE A FORLI' BRACCANO IL KILLER
CENTRO STORICO, UN ANGOLO ABBELLITO DAGLI ALBERI DI GIUDA
METEO, PASQUA PAZZERELLA CON LA "NUVOLA DI FANTOZZI"



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

  • Tra gli amici c'era anche l'orco: violentava una bambina di 11 anni durante le 'rimpatriate' del weekend

  • Doccia fredda sui lavoratori del centro commerciale: "Ridotti ulteriormente i festivi di chiusura"

  • Ci sono due bellezze di Forlì alla finale di Miss Curvyssima

  • Anziano trovato in mezzo alla strada morto con la sua bici in terra

  • Ancora un incidente in Tangenziale: scontro tra auto in galleria nella prima mattinata

Torna su
ForlìToday è in caricamento