E' il 75esimo anniversario, il Comune ricorda il sacrificio dei partigiani uccisi

Si ricorderà il sacrificio dei partigiani Adriano Casadei, Silvio Corbari, Arturo Spazzoli, Iris Versari, catturati e uccisi da nazisti e fascisti

Domenica il Comune di Forlì, ricorderà l'estremo sacrificio dei partigiani Adriano Casadei, Silvio Corbari, Arturo Spazzoli, Iris Versari, catturati da nazisti e fascisti a Ca’ Cornio, nelle colline di Modigliana e successivamente uccisi. I loro corpi senza vita furono appesi ai lampioni di piazza Saffi. Sempre nella mattinata di domenica la comunità forlivese renderà omaggio al partigiano Tonino Spazzoli, ucciso il 19 agosto 1944 nei pressi di Coccolia, dopo essere stato torturato in carcere e costretto ad assistere alla macabra esposizione del cadavere del fratello e degli altri patrioti forlivesi in piazza Saffi.

Dalle prime ore del 18 agosto saranno posizionate due corone commemorative ai lampioni di piazza Saffi che testimonieranno l'attenzione e la riconoscenza della città, così come avverrà presso il cippo di Tonino Spazzoli lungo la via Ravegnana, a pochi chilometri da Coccolia.
Sempre domenica alle ore 21.15, l’amministrazione comunale ha organizzato in piazzetta della Misura il “Concerto sotto le stelle”, della Banda Città di Forlì. Sarà presente Alessandra Ascari Raccagni, Presidente del Consiglio Comunale di Forlì. In caso di maltempo l’evento si svolgerà nel Salone Comunale, piazza Saffi n.8, Forlì.

Il Comune ricorda che nella stessa giornata di domenica, una rappresentanza del Comune di Forlì guidata dal Presidente del Consiglio Comunale Alessandra Ascari Raccagni e dal Gonfalone del Comune di Forlì parteciperà alle cerimonie che si svolgeranno a San Valentino e Ca' Cornio nei Comuni di Modigliana e Tredozio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento