E' targato Forlì il miglior cremino del mondo

Il cremino più buono al mondo? E' quello dei forlivesi Gardini, titolari dell'omonima azienda cioccolatiera, arricchito con le amarene. Il secondo cremino più buono al mondo? Ancora quello targato Gardini

Il cremino più buono al mondo? E' quello dei forlivesi Gardini, titolari dell'omonima azienda cioccolatiera, arricchito con le amarene. Il secondo cremino più buono al mondo? Ancora quello targato Gardini, ma questa volta impreziosito dalla radice di liquirizia calabrese. E' questo il giudizio uscito da una giuria internazionale dopo una settimana di assaggi tenutisi a Londra nei giorni scorsi nell'ambito dell'International Chocolate Awards. Si tratta del più importante premio del settore cioccolatiero mondiale riservato alle lavorazioni artigianali di qualità e che ha visto la partecipazione di oltre 600 aziende provenienti dal Vecchio e Nuovo continente.

Quello alle amarene, vincitore della medaglia d'oro, è un cremino molto speciale con il 38% di pura pasta nocciole delle Langhe, quindi di grande scioglievolezza, contrastata dalla freschezza e dall'acidità dell'amarena intera. Questo cremino si era già aggiudicato, nel 2011, la Tavoletta D'oro della Compagnia del Cioccolato.

Il cremino con la liquirizia è l'ultimo nato in casa Gardini. La delicatezza del cremino accompagnato dalla persistenza della liquirizia conferisce a questa specialità una caratteristica  decisamente innovativa con un insieme di sapori ben bilanciati che gli ha fatto conquistare la medaglia d'argento.

Fabio e Manuele Gardini, titolari dell'omonima azienda con sede a Forlì in via Ettore Benini, 38 sono ormai da anni ai vertici non solo italiani del mondo del cioccolato. Lo scorso anno, sempre all'International Chocolate Awards conquistarono una medaglia d'argento per la loro tavoletta fondente con gianduia al sale dolce di Cervia e una di bronzo per la loro miscela per cioccolata in tazza. "Conquistare però una medaglia d'oro - dice Fabio Gardini- è una cosa ben diversa e ancora facciamo fatica a crederci. Sapere che le nostre creazioni sono state messe a confronto con quelle di tanti maestri cioccolatieri di qua e di la dall'Atlantico e che una giuria internazionale ha scelto il nostro prodotto come il migliore, da un'ebbrezza indescrivibile. Raggiungere, ogni anno che passa, i massimi livelli, sempre con prodotti diversi, è un'impresa difficilissima. Non basta far bene il proprio mestiere. Ci vuole passione, voglia di sperimentare e di mettersi continuamente in gioco. Tutte cose che a noi non mancano perchè Io e Manuele, lo ammettiamo, continuiamo a divertirci all'interno del nostro laboratorio artigianale".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, oltre 30 positivi in più. Un morto a 'Villa Serena': scattano le massime misure di sicurezza

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

Torna su
ForlìToday è in caricamento