Emergenza Coronavirus, l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree in tutte le sedi

Per ridurre le possibilità di contagio e agevolare gli studenti che abbiano difficoltà di spostamento, l'Università di Bologna dispone la sospensione delle attività didattiche dal 24 al 29 febbraio compresi e il rinvio delle iniziative "Alma Orienta" e "Career Day"

In considerazione dell’evoluzione del fenomeno epidemico legato al diffondersi dell’infezione  coronavirus COVID-19, in accordo con il Ministero dell’Università e della Ricerca, con la Regione Emilia-Romagna e le altre Università della Regione, l'Università di Bologna dispone, al fine di ridurre le possibilità di contagio e agevolare gli studenti che abbiano difficoltà di spostamento, la sospensione delle attività didattiche (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) da lunedì 24 febbraio a sabato 29 febbraio 2020 compresi, presso tutte le sedi dell’Ateneo, con la garanzia che date e scadenze del calendario accademico saranno adeguate di conseguenza. Rinviate anche le iniziative “Alma Orienta” e “Career Day” a data da destinarsi. Le altre attività dell’Ateneo continueranno regolarmente e che tutti gli uffici e le strutture rimarranno aperti secondo gli orari programmati. Bonaccini: "Stiamo valutando anche la chiusura di scuole, asili nido, impianti sportivi e musei"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto quello che bisogna sapere sul CORONAVIRUS: sintomi, modalità di trasmissione, prevenzione, viaggi, animali da compagnia


"L'Università di Bologna invita ad adottare un comportamento responsabile seguendo le indicazioni del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità" si legge in una nota. "In particolare si elencano le misure riportate nelle ordinanze del Ministero della Salute del 21/02/2020: la misura della quarantena con sorveglianza attiva, per giorni quattordici, agli individui  che  abbiano avuto contatti stretti con casi confermati di infezione  coronavirus COVID-19; la misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva per coloro che negli ultimi quattordici giorni abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della  Cina interessate dall'epidemia;  sospensione delle attività lavorative per i residenti nei Comuni colpiti dal virus individuati da parte delle Autorità competenti, anche se svolte in località differenti rispetto a quella di residenza. Al momento, si tratta dei comuni lombardi di Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo, San Fiorano, e del comune veneto di Vo’ Euganeo; indicazione di contattare il numero verde 1500 in presenza di possibili sintomi d'infezione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

  • Coronavirus, nel forlivese un nuovo caso ma nessun decesso

Torna su
ForlìToday è in caricamento