Un cartellone ricco di eventi: con la mostra sull'500 parte un progetto di animazione territoriale

Promotrici del progetto le Pro Loco dei due paesi (Forlimpopoli, Castrocaro, Terra del Sole) che, coadiuvati da varie associazioni e del territorio, offrono una serie di visite guidate e non solo

“Storie di genti, d'armi e fortezze tra Romagna toscana e Romagna pontificia”questo il titolo del progetto di animazione territoriale che interesserà i territori di Forlimpopoli, Forlì, Castrocaro Terme e Terra del Sole nei prossimi mesi. Si tratta di uno dei cinque progetti sostenuti e finanziati dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì nell'ambito delle attività collaterali alla mostra ospite nelle sale del San Domenico. "La Fondazione ha da una parte promosso e dall’altra apprezzato lo sforzo fatto dalle tre Pro Loco per giungere ad un progetto unitario - dicono i funzionari della Fondazione -, siamo certi che questo sforzo avrà una ricaduta più che positiva non solo in termini di qualità sul cartellone delle iniziative, ma anche e soprattutto in termini di quantità sul pubblico finale che vi prenderà parte". Promotrici del progetto le Pro Loco dei due paesi (Forlimpopoli, Castrocaro, Terra del Sole) che, coadiuvati da varie associazioni e del territorio, offrono a partire dal prossimo 11 marzo una serie di visite guidate, concerti, mostre, animazioni per bambini, rievocazioni che animeranno il territorio fino a metà giugno.

Ad aprire le danze le visite guidate alla città di fondazione di Terra del Sole, ogni seconda domenica del mese, con partenza alle ore 15, una guida abilitata accompagnerà i visitatori alla scoperta di questo gioiello della Romagna toscana. Sabato 17 marzo, per dieci sabati consecutivi con partenza alle 16 dal davanti del San Domenico, inizieranno i percorsi “500 passi a Forlì: emozioni attraverso i 5 sensi” alla scoperta delle opere cinquecentesche all'interno della chiesa della Ss. Trinità e dell'Abbazia di San Mercuriale, con tappe dedicate al tatto con un laboratorio di stampa a ruggine, all'olfatto con le spezie e i profumi, e al gusto con i pani di grano antico e il vino rosso di Romagna. Delle cinque mostre previste nel progetto, la prima a svelarsi sarà  “Le maioliche del Cinquecento tra Romagna e Toscana” che inaugurerà alla fortezza di Castrocaro domenica 18 marzo alle ore 10,30.

Sempre il 18, e tutte le terze domeniche del mese, si svolgerà, a partire dalle ore 15, una visita guidata alla scoperta del borgo di Castrocaro. L'8 aprile verrà inaugurata la mostra “Rocche e fortificazioni tra Romagna e Romagna toscana” allestita presso il palazzo pretorio di Terra del Sole, mentre il 18 dello stesso mese alla fortezza di Castrocaro inagurerà “"Firenze e la Romagna toscana. Dalla Repubblica al Granducato Mediceo". Anche Forlimpopoli ospiterà due mostre dedicate alla figura di Brunoro II Zampeschi, ultimo signore di Forlimpopoli, capitano d'arme e letterato. Le mostre esporranno le armi del periodo e l'evoluzione delle stesse dal Medioevo al Rinascimento, ancora da definire le date della prima, la seconda si svolgerà il 5 e 6 maggio, quando la Pro Loco di Forlimpopoli e il gruppo storico “Brunoro II” riporteranno la città all'epoca degli Zampeschi con laboratori per bambini, visite guidate, animazioni e spettacoli a tema. A concludere il programma tre concerti di musica rinascimentale che si svolgeranno fra la fine di maggio e i primi di giugno a Castrocaro, Terra del Sole e i musei San Domenico a Forlì.

“Due territori che si sono messi in gioco per rispondere alla sollecitazione della Fondazione - afferma Benedetta Orlati, assessore al turismo del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole - e che si amalgamano benissimo in un'armonia di racconto dei territori che fa comprendere come la Romagna abbia espresso in questo secolo potenzialità notevoli. Una grande opportunità come inizio di un percorso comune". "Abbiamo una grande convergenza di intenti e sentimenti - dichiara Adriano Bonetti, assessore al turismo del Comune di Forlimpopoli – dobbiamo essere un territorio unito in un passaggio importante come questo che vede sorgere la destinazione turistica Romagna. Progetti come questo sono molto importanti perché vanno in quella direzione”. “Questa è la prima volta che partecipiamo a questi bandi - spiega Lisa Versari, presidente della Pro Loco di Forlimpopoli -. Siamo molto legati al periodo storico in quanto da 40 anni proponiamo la festa rinascimentale sulla figura di Brunoro II Zampeschi, con l'aiuto del consorzio Living Romagna, delle guide turistiche e dei nostri volontari cercheremo di proporre al meglio il nostro territorio".

"Momento culminante del progetto - affermano Elio Caruso, presidente della Pro Loco di Castrocaro, e Andrea Bandini, presidente dell'Ente Palio di Santa Reparata - sarà il convegno sulle fortezze medicee e le fortezze di pianura che segnavano il confine fra la Romagna toscana e la Romagna pontificia”. Convegno che si terrà al palazzo pretorio di Terra del Sole la mattina di sabato 12 maggio. Il progetto è stato presentato dalla Pro Loco di Forlimpopoli in collaborazione con la Pro Loco di Castrocaro, la Pro Loco di Terra del Sole, l'Ente Palio di Santa Reparata e della Romagna toscana, l'associazione Amici di Don Dario, la scuola musicale 'G. Rossini' di Castrocaro Terme e Terra del Sole, la scuola musicale 'Dante Alighieri' di Bertinoro, Confguide Forlì-Cesena e i consorzi di promozione turistica Living Romagna e Romagna Full Time.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento