Nuova vita agli edifici, il forlivese Federico Balestra fra i protagonisti di "ProGETonE"

Balestra è perito industriale forlivese e membro di Confartigianato Giovani Forlì, per la quale si occupa in particolar modo di divulgazione nelle scuole del concetto di impresa

Viene da Forlì uno dei principali protagonisti di “ProGETonE - Proactive synergy of inteGrated Efficient Technologies on buildings’ Envelopes”, progetto europeo che si occupa di riqualificazione energetica degli edifici, ha come lead partner il dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, ed è stato finanziato all’interno del programma UE Horizon 2020 con un contributo di quasi 3 milioni 800 mila euro. Fra coloro che hanno messo a punto l’idea progettuale, fin dalla fase dell’ideazione e della presentazione all’Unione Europea, c’è appunto Balestra, fondatore e vocepresidente di Bloomfield, azienda con sede a Cesena che è uno dei partner fondamentali del progetto (di cui segue la costruzione e lo sviluppo della soluzione impiantistica).

“ProGETonE” – a cui partecipano 15 partner da Italia, Germania, Olanda, Belgio, Spagna, Romania, Svizzera e Grecia - ha come obiettivo la riqualificazione di un edificio urbano tramite i più moderni dettami ingegneristici (in termini strutturali, di risparmio energetico, antisismici ecc.), attraverso la trasformazione dell’esterno dell’edificio attuale con un incremento di volumetria e di zone cuscinetto, che di fatto ne amplieranno le superfici abitabili e quindi ne accresceranno il valore. Una proposta che verrà realizzata – nell’arco di quattro anni - in una struttura di alloggi universitari ad Atene, ma che potrà poi essere “esportata” ovunque: nel corso dei lavori di preparazione del progetto erano state individuate strutture popolari “alternative” anche in Italia, Romania e Olanda.

Per Balestra e per Bloomfield - la start up creata nel 2013 che si occupa di ingegneria, termoidraulica, bioedilizia - si tratta ovviamente di una grande soddisfazione, in grado di dare visibilità internazionale all’azienda e di aumentare l’esperienza operativa di uno staff giovane e preparato: “il finanziamento europeo è anche un bell’esempio per la nostra impresa, in uno dei principali ambiti che incentivano le innovazioni a livello tecnologico ed economico. In vista del triennio conclusivo del programma europeo Horizon 2020, che destinerà altri 30 miliardi di euro da qui al 2020, speriamo che altre realtà romagnole possano usufruire della stessa opportunità che sta vivendo Bloomfield”.

Balestra guarda all’intero sistema economico locale: del resto, il 38enne perito industriale forlivese è membro di Confartigianato Giovani Forlì, per la quale si occupa in particolar modo di divulgazione nelle scuole del concetto di impresa. “La partecipazione al gruppo giovani di Confartigianato è un aiuto fondamentale per chi fa parte di nuove imprese: è uno dei luoghi principali in cui posso confrontarmi con altri imprenditori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

  • Anziano trovato in mezzo alla strada morto con la sua bici in terra

Torna su
ForlìToday è in caricamento