Fiera, congelato il matrimonio con Parma: "Indagine della Finanza e lavoratori verso il licenziamento"

Il Comune di Forlì vuole vederci chiaro nell'accordo tra Fiera di Forlì e Parma, e possibilmente andare ad una revisione dei patti,

Il Comune di Forlì vuole vederci chiaro nell'accordo tra Fiera di Forlì e Parma, e possibilmente andare ad una revisione dei patti, tornando a dialogare con gli enti fieristici sia di Parma che di Rimini. Questo anche perché sulla parte della cessione degli immobili della fiera al Comune di Forlì per 1,7 milioni di euro “ci sta guardano anche la Guardia di Finanza con l'acquisizione degli atti di  cessione e dovremo guardarci bene anche noi”, spiega l'assessore al Bilancio Vittorio Cicognani in Consiglio comunale.

Cicognani lunedì pomeriggio ha risposto ad un question time di Valentina Ancarani, consigliera Pd, che ha lamentato il blocco dell'operazione “negli ultimi 100 metri di una corsa ad ostacoli” lunga anni. Così Ancarani: “Se viene bloccato l'accordo di affitto di ramo di azienda, accordo che già prevedeva la creazione di un'operating company dal 1 luglio, l'assemblea dei soci a settembre ha già deliberato la messa in liquidazione della società fieristica, con ripercussioni su lavoratori e patrimonio del comune”. Per questo Ancarani chiede di non “ritardare la decisione”.

Per Cicognani, però, “l'accordo con Fiera di Parma, così come un accordo con Rimini, non risolve il problema una volta per tutte, in quanto non soddisfa i bisogni economici finanziari della stessa fiera. Abbiamo chiesto un incontro con tutti i soci di riferimento e giovedì mattina alla Camera di commercio ci vedremo, aprendo altri ragionamenti per trovare una soluzione totale, senza escludere dalla discussione gli operatori del settore della zona, tra i più grandi in Italia ein Europa. In questo modo si salvaguardano le risorse umane e si mantiene il patrimonio di Fiera Avicola in città”.  Per Cicognani “il rendiconto economico di tutta l'operazione non risolve il problema economico”. Un problema che, dice Cicognani con una punta di polemica “non si è voluto risolvere, anche sulla cessione dell'immobile si poteva fare in modo diverso”.

A gelare tutti è, infine, il sindaco Gian Luca Zattini: “L'accordo con Parma prevede il licenziamento di tutti e 5 gli attuali dipendenti in carico alla fiera, andrei cauto a definirlo come propedeutico al salvataggio di posti di lavoro”. All'attacco Daniele Vergini, M5S: “Scopriamo che c'è un'indagine in corso della Guardia di Finanza, ricordiamo che sulla vicenda abbiamo fatto un espost per questa che abbiamo definito un'operazione di facciata pagata con 1,7 milioni di euro nostri, del Comune, dati ad una fiera dove i soci sono tre. E' stato fatto un'operazione alla banca che è nella proprietà della fiera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento