Fondazione Carisp, nuovo Consiglio generale: aumentano le quote rosa

Degne di nota sono la riduzione da 22 a 20 membri, metà dei quali al primo mandato, e l'ampia rappresentanza femminile (pari al 40%)

Venerdì si è insediato il nuovo Consiglio generale della Fondazione, espressione di tutte le articolazioni del territorio, ed espressione, altresì, della loro sintonia, visto che tutti i rappresentanti delle diverse istituzioni pubbliche e private sono stati eletti all’unanimità. Degne di nota sono la riduzione da 22 a 20 membri, metà dei quali al primo mandato, e l’ampia rappresentanza femminile (pari al 40%).

La nuova composizione del Consiglio Generale - I soggetti designanti ai sensi dello statuto sono Alessandra Alessandrini (Comuni di Bertinoro, Castrocaro, Forlimpopoli e Meldola), Elena Annuiti (Associazioni Socio-Assistenziali), Claudia Cagneschi (Ordini e Collegi professionali), Giancarlo Cerini (Comune di Forlì), Chiara Elefante (Università degli Studi di Bologna), Giuseppe Mercatali (Comuni di Civitella, Dovadola, Modigliana e Predappio), Marco Tellarini (Associazioni Socio-Sanitarie), Gabriella Tronconi (Associazioni Culturali), Aurelio Zambelli (Comuni di Bagno di Romagna, Galeata, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia, Tredozio e Verghereto), Lorenzo Zanotti (Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini), Alessandro Bandini, Maurizio Berlati, Germano Casadei, Gianluca Ginestri, Marco Maria Magnani, Morena Mazzoni, Gabriella Pivi, Rosanna Ricci, Guglielmo Russo e Giuseppe Sansoni (assemblea soci).