Forlì ha ricordato le vittime del terrorismo e delle stragi

Drei e Fratto hanno testimoniato l'attenzione e la partecipazione della città portando un mazzo fiori alle tabelle odonomastiche che ricordano Aldo Moro e Giuseppe Impastato

Forlì ha celebrato giovedì mattina il Giorno della Memoria delle Vittime del terrorismo e delle stragi, ricorrenza della Repubblica Italiana istituita nel 2007. La giornata dall’alto valore simbolico si celebra in considerazione del fatto che il 9 maggio 1978 furono assassinati in luoghi differenti e da differenti matrici lo statista Aldo Moro, ucciso dalle “brigate rosse” e il giornalista Giuseppe Impastato, assassinato per le sue denunce contro la mafia. Il sindaco Davide Drei e il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Gabriele Antonio Fratto hanno testimoniato l'attenzione e la partecipazione della città portando un mazzo fiori alle tabelle odonomastiche che ricordano Aldo Moro e Giuseppe Impastato.

fratto-drei-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, scuole chiuse e certificato medico: la Regione mette ordine

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento