Corteo antifascista blindato: lungo il percorso strappati manifesti elettorali

Alla manifestazione ha aderito anche "Potere al Popolo", formazione politica della sinistra radicale che comprende anche Rifondazione Comunista

Dal Foro Boario a Piazza Saffi. Erano un centinaio i manifestanti che sabato pomeriggio hanno partecipato al "corteo antifascista", organizzato a seguito del raid di Macerata nel quale sono rimasti feriti 6 migranti. Diversi i cordoni di Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale a delimitare il percorso autorizzato dalla Questura. La manifestazione ha avuto inizio al Foro Boario, proseguendo lungo via Ravegnana con slogan contro il fascismo ed interventi anche di cittadini stranieri.

Gli antifascisti sfilano in corteo verso la Piazza: il video

STRAPPATI I MANIFESTI DELLA LEGA - In viale Matteotti, dove sono stati installati i tabelloni elettorali, alcuni manifestanti hanno strappato i cartelli della Lega Nord, mentre davanti alla sede del Partito Democratico è stato acceso un fumogeno. "Sono volati spintoni e insulti da parte degi cosiddetti antifascisti nei confronti di un alcuni giovani sostenitori della Lega Nord che pacificamente, 'armati' di colla e pennelli, si erano riuniti per attaccare nelle predisposte place i manifesti elettorali - afferma il candidato della Lega, Jacopo Morrone -. Una vergogna che vengano autorizzati cortei di questo tipo con gente indiscriminatamente violenta, che è scesa in piazza con il premeditato obiettivo di aggredire, verbalmente e non, chiunque la pensi diversamente da loro. Sono volati fumogeni, urla e insulti. Questa è la gente a cui l'amministrazione Drei presta il fianco. L'unica lingua che conoscono è quella della violenza e dell'insulto perché è pacifico che non hanno altre argomentazioni ma soprattutto non hanno di meglio da fare. Suggerisco loro di andare a lavorare o di leggersi un bel libro".

IL CORTEO IN PIAZZA - E' stato quindi imboccato via Giorgio Regnoli in direzione del centro storico, dove sono stati scanditi slogan contro i giornalisti davanti alla sede de "Il Resto del Carlino". Cammin facendo si è transitati davanti al bar chiuso per quattro mesi per motivi di pubblica sicurezza, con critiche contro il provvedimento adottato dall'autorità giudiziaria. Il corteo, dietro ad alcuni striscioni ("Senza frontiere nessuno è illegale" e "Contro fascismo e frontiere, freedom libertà"), è così arrivato in Piazza Saffi, dove ha preso la parola un giovane di colore, che in arabo ha parlato del razzismo e del fenomeno dell'immigrazione. Alla manifestazione ha aderito "Potere al Popolo", formazione politica della sinistra radicale che comprende anche Rifondazione Comunista, e il Partito Comunista dei Lavoratori Romagna.

manifestazione-antifascismo-10-2-2018-3

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Riapre finalmente il porticato in piazza Saffi, ma i negozi diventeranno uffici

  • Cronaca

    Le seghe ricompaiono in corso Diaz, abbattuto uno dei controversi bagolari

  • Salute

    Tumori rari: Irst riferimento europeo per la clinica, la ricerca e la formazione

  • Cronaca

    Bando periferie, è rottura tra Comuni e governo. Drei: "Difenderemo i patti sottoscritti"

I più letti della settimana

  • MotoGp, Valentino Rossi torna a divertirsi al Galliano Park: e fa il record della pista

  • Presa a pugni mentre fa jogging al Parco Urbano, terrore per una 44enne: individuato l'aggressore

  • Violento nubifragio nell'entroterra: le strade si trasformano in fiumi d'acqua e fango

  • Falciata sulle strisce pedonali da un'auto: è in gravi condizioni

  • Picchiata mentre fa jogging, cittadino insegue l'aggressore: "Non arrendiamoci alla paura"

  • Aeroporto, fissata la data della riapertura. La Lega: "Massimo sostegno". Il Pd risponde alle accuse del centrodestra

Torna su
ForlìToday è in caricamento