Degrado a San Mercuriale, i Carabinieri al comando della Municipale

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Forlì, guidati dal capitano Cristiano Marella, hanno fatto visita al comando della Polizia Municipale di corso della Repubblica

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Forlì, guidati dal capitano Cristiano Marella, hanno fatto visita al comando della Polizia Municipale di corso della Repubblica per acquisire i documenti relativi ai controlli anti-degrado effettuati dal 2009 nell’area di San Mercuriale. Gli uomini dell’Arma si sono presentati con un ordine della Procura firmato dal sostituto procuratore Alessandro Mancini, che venerdì scorso ha ordinato il blitz nell’area dello storico chiostro.

L’operazione aveva visto impegnati, oltre ai militari del Radiomobile con un'unità cinofila, anche gli agenti della Squadra Mobile di corso Garibaldi, guidati dal dirigente Claudio Cagnini. Il pm Mancini ora ha a disposizione le carte relative ai controlli per il rispetto delle norme previste nell’articolo 19 del regolamenti di Polizia urbana contro il decoro della città, che vieta bivacchi e imbrattamenti.

La Procura ha l’intenzione di restituire alla città e ai turisti un sito da troppo tempo finito nelle mani di balordi, come dimostrano anche la serie di arresti effettuati nei mesi scorsi dai militari del comando di corso Mazzini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento