Lei è assente, i ladri le devastano la casa. Lo sfogo: "Violentata la nostra anima"

La derubata si è sfogata a ForliToday, illustrando come sono andati i fatti: "Hanno 'lavorato nonostante i cani da 40 chili ciascuno abbaiassero e l'allarme stesse suonando".

I ladri continuano a colpire nella periferia di Forlì. Lunedì sera, poco dopo le 20, i "soliti ignoti" hanno colpito in un'abitazione a Magliano, approfittando dell'assenza della proprietaria. Quest'ultima, una volta rincasata, ha dovuto fare i conti con le stanze a soqquadro. La derubata, C.M le sue iniziali, si è sfogata a ForliToday, illustrando come sono andati i fatti: "Hanno 'lavorato nonostante i cani da 40 chili ciascuno abbaiassero e l'allarme stesse suonando".

"Ho disinfettato tutta la casa con la varechina - aggiunge -. Ho lavato un quintale di panni calpestati e gettati a terra, richiusi i cassetti e riappese le foto alle pareti. La casa ora è di nuovo lei". La casa, si sofferma la lettrice, dovrebbe esser "sinonimo di tranquillità di rifugio dopo giornate passate in giro a lavorare a risolver problemi ad affrontare le difficoltà come tutti".

Invece ora è "diventa preda, bottino di gente senza scrupoli che entra con cani che abbaiano e allarmi che suonano alle 8 di sera. Lasciandosi alle spalle una scia di violenza e disprezzo per il lavoro e le fatiche degli altri, la gente comune, gli italiani che pagano l'imu, le spese sanitarie, i ticket, i bolli le assicurazioni. Questi siamo noi, che vorremo pene severe per chi violenta l'Italia; il mio paese la mia terra la mia casa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora - conclude la lettrice - gli oggetti sono al loro posto, ma alla mia anima non basta una passata di varechina. Vorrei giustizia e onestà. Ho nel cuore gli occhi lucidi di mia figlia che entrando nella casa sotto sopra mi ha chiesto se le hanno rubato il Nintendo. Loro i nostri figli che crescono con le nuove paure. Non più del buio, ma dei ladri e degli zingari. Hanno paura di essere rapiti. Noi da piccoli avevamo paura del buio ed immaginavamo i ladri come Lupin o Robin Hood. In una manciata di anni come cambia il mondo...".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Grotte urlanti", turisti allontanati dall'Arma: trovate anche corde per scalare le rocce

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

  • Sfuriata ventosa in serata: crollano diversi alberi, serie di interventi dei Vigili del Fuoco

Torna su
ForlìToday è in caricamento