Torna a casa e incrocia in strada i ladri che le hanno ripulito la cassaforte, appello per un anello

Ritornare a casa una sera di agosto e fare l'amara scoperta che, in poche ore, è stata violata dai ladri. E' quanto capitato ad una famiglia

Ritornare a casa una sera di agosto e fare l'amara scoperta che, in poche ore, è stata violata dai ladri. E' quanto capitato ad una famiglia che vive a Pieveacquedotto, sabato sera. Con la rabbia di aver incrociato probabilmente anche la macchina dei ladri che se ne stavano andando. Il furto è avvenuto nella notte tra sabato e domenica, tra le 23 e le 3 di notte. Un lasso di tempo di poche ore che, però, sono state sufficienti ad una banda di ladri per forzare la porta, trovare e forzare la cassaforte e scappare via con un bottino ingente.

“Al nostro ritorno in casa alle 3.10 abbiamo trovate la porta aperta e in casa non si capiva più niente, hanno trovato e spaccato la cassaforte con un piede di porco si presume”, spiega sconsolata la proprietaria dell'abitazione, che è arrivata alle 3 di notte in un'abitazione sottosopra e svuotata di oggetti dal valore economico, ma anche affettivo. Con l'amaro in bocca, perché rientrando in casa già aveva notato una macchina sospetta venire nella direzione opposta, che ha alzato i fari abbaglianti probabilmente per disturbare la vista di chi veniva incontro e rendere meno riconoscibile la loro auto al buio. Dovrebbe essere una Peugeot 206 blu scuro con dentro 3-4 persone. La speranza è che, dando la segnalazione, si faccia più attenzione a questo veicolo se si aggira di notte per i quartieri della città, allertando subito le forze dell'ordine. “Prima di andarsene si sono fatti una bella bevuta con bibite prese dal frigorifero di casa”, spiega con rabbia.

Consapevole anche delle scarsissime possibilità di ritrovarlo, ma non volendo lasciare nulla di intentato, lancia anche il suo appello la derubata: “Chiedo a chiunque potesse “avvistare” o “entrare a contatto” con un anello in oro rosa contornato di diamantini con grossa pietra rossa a forma di cuore, con un valore affettivo davvero grande, di contattare le forze dell’ordine, assicuro ricompensa”.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

  • Unione, con l'uscita di Forlì quasi tutti i Comuni non avranno neanche un vigile a disposizione

Torna su
ForlìToday è in caricamento